Il Friuli Venezia Giulia meta sicura si riconverte al mercato italiano

Il Friuli Venezia Giulia meta sicura si riconverte al mercato italiano
19 Ottobre 13:46 2020 Stampa questo articolo

Decine di nuovi contatti, tra agenzie e piccoli organizzatori di viaggi, operatori italiani che cercano nuove destinazioni e un Friuli Venezia Giulia che, agli occhi del resto del Paese, si presenta come una destinazione sicura.

È questo il bagaglio con il quale PromoTurismoFvg rientra dalla tre giorni di Ttg Travel Experience. In un’edizione speciale, primo evento in presenza dopo l’emergenza del coronavirus, il Friuli Venezia Giulia non è mancato all’appello e ha partecipato all’importante appuntamento con 19 operatori e uno stand completamente rinnovato e realizzato nel massimo rispetto delle normative. 

Città d’arte, borghi, enogastronomia ed esperienze autentiche ed esclusive: queste le principali richieste ricevute da parte dei buyer che si sono presentati allo stand di PromoTurismoFvg. E se la fiera, rispetto al passato, ha visto una presenza sensibilmente inferiore di partecipanti, la percezione generale degli operatori a Rimini è stata quella di ricevere un pubblico più interessato e soprattutto orientato a trovare nuove destinazioni in Italia.

Diverse agenzie e piccoli organizzatori di viaggi si sono “riconvertiti” al mercato Italia e il Friuli Venezia Giulia viene considerata un’ottima alternativa al viaggio classico, confermandosi una destinazione multiprodotto attraverso la proposta outdoor e active e fuori dalle mete storiche del turismo. 

Grande soddisfazione da parte degli operatori presenti – tra consorzi, reti d’impresa, strutture ricettive e agenzie di incoming – per aver partecipato, dopo mesi, a una fiera e l’agenda degli incontri del Ttg prosegue “online” fino a venerdì 23 ottobre, offrendo così l’occasione ai buyer di riprendere il dialogo con la filiera nazionale e internazionale del turismo attraverso il canale digitale. 

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore