Il coronavirus fa crollare il prezzo del petrolio

Il coronavirus fa crollare il prezzo del petrolio
04 Febbraio 06:58 2020 Stampa questo articolo

Il sito web di Iata, alla scheda Jet Fuel Monitor, ha pubblicato le quotazioni settimanali del jet fuel fino al 31 gennaio, con i dati relativi al mese scorso, appunto, che parlano di una media per tonnellata metrica pari a 597,71 dollari.

Rispetto al mese precedente si segnala un decremento di 41,00 dollari (-6,4%). La media mensile di gennaio si attesta per la prima volta, dopo dodici mesi, sotto la barriera dei 600 dollari, con un’ultima settimana che registra valori in brusca frenata a 522,64 dollari.

Il timore di una forte diminuzione della domanda di petrolio, però, è correlato alla diffusione del coronavirus. Rispetto a gennaio 2019 la diminuzione è stata di 1,68 dollari pari al -0,3%.

Il cambio medio del dollaro viene dichiarato dalla Bce a 1,11004 dollari per un euro, quindi sostanzialmente invariato rispetto al mese precedente (-0,12%).

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore