Idee per Viaggiare gioca la carta del Canada

Idee per Viaggiare gioca la carta del Canada
20 Giugno 13:42 2019 Stampa questo articolo

Nella Green room – con un tavolo proprio in stile verde prato – ovvero la sala riunioni di Idee per Viaggiare, il ceo dell’operatore, Danilo Curzi, ha scoperto la carta sulla quale puntare per la stagione 2019-20 insieme ad altre sue mete di punta: il Canada.

«Una destinazione che ben si presta alla nostra filosofia operativa che cerca di allestire programmazioni con tante combinazioni di viaggi e soggiorno. Nel caso del Canada, dove è molto forte l’appeal della natura e delle grandi metropoli come Toronto e Montreal, una delle soluzioni ideali può essere il fly& drive. La vastità e la diversità del territorio impone una profonda conoscenza e quindi una formazione interna per il nostro team, che facciamo da tempo, e una esterna alle adv», dichiara Curzi.

Infatti Liberato Esposito, product manager del prodotto Usa, Canada e Messico, che ha condotto l’illustrazione della programmazione IpV a circa 70 agenti di viaggi invitati ad una serata-evento organizzata con Air Canada, suggerisce di proporre il Canada «come meta finale per apprezzare i contrasti delle sue grandi metropoli con la prorompente natura che è poi il segno distintivo di questo Paese immenso con poco più di 35 milioni di abitanti».

E il supporto della compagnia aerea si rivela determinante perchè, come hanno spiegato Stefano Casaregola, regional manager sales di Air Canada per Italia, Spagna e Grecia; e Petra Bramante, sales account manager per l’Italia, il vettore  è sempre al fianco delle agenzie di viaggi per ottimizzare il reciproco business e la piena soddisfazione del cliente. «Air Canada, infatti, dispone di un call center in Italia, con personale parlante italiano, perchè vogliamo essere sempre accessibili alle adv».

«Per una meta non ancora sviluppata come il Canada – ha precisato Casaregola – è importante che un operatore come IpV stia investendo tempo e risorse per la sua promozione. Così come diventa vincente il supporto di una aerolinea come Air Canada che proprio pochi giorni fa è stata votata come per il terzo anno consecutivo migliore compagnie aerea sul nord Atlantico, dal sistema Skytrax, che si avvale dei giudizi di 20 milioni di passeggeri. Questo vuol dire che stiamo lavorando bene e che si rivela giusta la strategia di fare del Canada un hub per tutto il Nord America: Air Canada infatti ha sviluppato da Montreal e Toronto una rete di 54 destinazioni negli Usa. C’è poi un plus che è la nostra carta vincente perchè nessun altro vettore può vantarlo ed è il servizio Easy transit, la possibilità per un passeggero di entrare in Canada e, senza ritirare il bagaglio, può fare le procedure di immigrazione mentre cambia volo e può raggiungere gli States con un volo “domestico” senza dover poi fare file negli scali statunitensi».

Attualmente Air Canada assicura, per tutta la stagione estiva, voli giornalieri da Roma, Milano e Venezia, mentre nella stagione invernale i voli vengono ridotti a tre collegamenti settimanali. Negli ultimi cinque anni la compagnia ha aumentato la capacità a bordo con l’impiego dei Boeing 777: ad esempio da Roma vengono assicurati circa 800 posti a bordo ogni giorno.

A conti fatti, Idee per Viaggiare lancia la nuova sfida di un Canada con le credenziali giuste di “destinazione’ a tutto tondo”, a completare una gamma di prodotti di lungo raggio che stanno andando molto bene come Maldive (dove lo scorso anno IpV ha trasportato oltre 3mila clienti), il Giappone (in costante crescita) e l’Africa Australe, tutte mete che lo scorso anno hanno fatto toccare al t.o. la cifra di quasi 85 milioni di euro di fatturato.«Contiamo di  raggiungere – ha poi concluso Curzi –  i 100 milioni di euro entro il 2020 che è anche l’anno in cui celebreremo i nostri primi 25 anni di attività. Risultati raggiunti grazie soprattutto alle agenzie di viaggi, in particolare alle top partner che fanno parte del nostro programma».

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli