Iata scrive alla Commissione Ue: “Avanti con il passaporto vaccinale”

Iata scrive alla Commissione Ue: “Avanti con il passaporto vaccinale”
20 Gennaio 12:03 2021 Stampa questo articolo

Dopo il lancio del suo Travel Pass, l’associazione internazionale delle compagnie aeree si schiera a favore del passaporto vaccinale, di cui si discuterà in Consiglio europeo nelle prossime ore (la videoconferenza tra i Capi di Stato è fissata per domani, giovedì 21 gennaio).

In una lettera aperta alla presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, il direttore generale e ceo di Iata, Alexandre de Juniac, invita gli Stati membri a coordinarsi per ottenere benefici economici e sociali da una rinnovata libertà di movimento, a cominciare da chi è vaccinato.

«La vaccinazione è la chiave fondamentale per riaprire in sicurezza le frontiere e stimolare la ripresa economica. Un certificato di vaccinazione paneuropeo riconosciuto reciprocamente sarebbe un passo importante per dare ai governi la fiducia necessaria per aprire in sicurezza i propri confini e ai passeggeri la possibilità di viaggiare senza quarantena», afferma de Juniac.

«Viviamo giorni molto bui di questa pandemia – aggiunge il ceo di Iata – Ma le dure misure adottate, unite all’accelerazione dei programmi di vaccinazione, devono farci sperare di poter ristabilire in sicurezza la libertà di movimento. Solo questo potrà salvare i posti di lavoro, alleviare l’angoscia mentale, riavvicinare le famiglie e far rinascere l’economia. Per farlo in modo sicuro ed efficiente, la pianificazione è fondamentale».

E poi conclude: «Ciò di cui abbiamo bisogno ora è che i governi inizino a lavorare insieme in modo molto più efficace. Le azioni unilaterali dei singoli Stati sono state in grado di smantellare in fretta la connettività globale. La ricostruzione avrà bisogno di coordinamento».

L'Autore