Iata denunciata all’Antitrust europeo

27 maggio 10:56 2019 Stampa questo articolo

Un esposto al Garante europeo della concorrenza ai danni di Iata. È questa l’ultima mossa di Ectaa, l’European Travel Agents and Tour Operators Associations, che accusa l’associazione delle compagnie aeree – alla quale aderiscono circa 290 vettori – di costituzione di cartello tra imprese e abuso di posizione dominante. Tra i comportamenti su cui si contesta troviamo, ad esempio, le decisioni prese unilateralmente in tema di procedure e regole, distribuzione delle responsabilità o anche la gestione delle contestazioni.

“Un passo compiuto con responsabilità, valutando tutte le possibili conseguenze, coscienti del fatto che si tratta di un atto dovuto nei confronti delle oltre 70mila agenzie di viaggi che si riconoscono nella nostra organizzazione”, commenta Alfredo Pezzani, componente Confturismo-Confcommercio del gruppo di lavoro Trasporto aereo di Ectaa e membro di Fto.

Due, quindi, le ipotesi di reato imputate a Iata, che integrerebbero – se l’Antitrust farà sue le posizioni del documento presentato – l’infrazione degli articoli 101 e 102 del Trattato di Funzionamento Europeo, uno scenario pesante e particolarmente significativo.

“Ci auguriamo che le conclusioni arrivino presto e, soprattutto, che l’avvio del procedimento induca Iata ad aprire finalmente con il nostro mondo una interlocuzione degna di questo nome – prosegue Pezzani – La sequenza ininterrotta di decisioni prese unilateralmente, alle quali Iata ci ha abituato in questi ultimi anni, è diventata incompatibile con lo stesso ruolo dell’agente di viaggi che, prima ancora di essere distributore dei servizi delle compagnie aeree è colui al quale il cliente si affida per ricevere una consulenza qualificata e ritagliata sulle sue specifiche esigenze”.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore