Trent’anni di Ota Viaggi:
la cassaforte del Mare Italia

Trent’anni di Ota Viaggi: <br>la cassaforte del Mare Italia
30 settembre 12:52 2019 Stampa questo articolo

Festa grande per i trent’anni di Ota Viaggi che ha celebrato con partner e agenzie al Marina Resort Garden & Beach di Orosei, in quella Sardegna che ha fatto la fortuna del t.o. della famiglia Aprea. Una festa che assume un valore ancora più forte in seguito ai risultati dell’estate 2019.

«Una stagione partita benissimo con l’advance booking, ma che poi ha visto un eccessivo rallentamento nel corso di maggio e giugno – racconta il direttore commerciale, Massimo Diana – Avevamo già messo in conto una flessione rispetto allo scorso anno e correvamo per pareggiare il fatturato del 2017. Ma abbiamo lavorato duramente fino a pochi giorni fa e siamo riusciti a chiudere con il segno più anche quest’anno».

LA PARABOLA DEL T.O. ROMANO. Ota chiuderà, infatti, la stagione a 93 milioni di euro di fatturato, un milione in più rispetto allo scorso anno. «Siamo soddisfatti  perché non è stato facile portare a casa questo risultato. Non so quanti altri operatori possono dire di aver chiuso positivamente l’estate del Mare Italia», ricorda Diana. Attorno ai numeri, però, c’è aria di euforia vera, c’è voglia di celebrare 30 anni di storia iniziati da una piccola agenzia viaggi – la Outbuy Tours Activity – a Roma comprata da Stefano Aprea, fondatore e padre di Mario e Domenico, che hanno preso in consegna il t.o. e lo hanno trasformato nella vera cassaforte del Mare Italia, arrivando fino all’ingresso in Astoi nel 2011 e al traguardo dei 3 milioni di clienti in totale.

La festa per il trentennale, infatti, non è stata solo l’occasione per brindare a una impresa di successo, ma anche per anticipare già alcune novità di prodotto. Per l’estate 2020 Ota ha acquisito l’esclusiva per l’Italia del Club Torre del Barone a Sciacca, in Sicilia, struttura quattro stelle che nel corso dell’inverno sarà totalmente ristrutturata.

«Sempre in Sicilia entra in programmazione il Cds Hotel Terrassini-Città del Mare, con 800 camere, completamente rinnovato – annuncia Diana – Mentre in Calabria entra il Borgo di Fiuzzi Resort & Spa a Praia a Mare: in queste due strutture abbiamo l’esclusiva per il 50% delle camere». È già attiva, infine, la teleprenotazione tramite l’area agenzie sul portale di Ota Viaggi, «un regalo alle nostre adv partner che ciò chiedevano un ulteriore strumento di vendita che sia disponibile 24 ore su 24», ricorda il direttore commerciale.

BRAND E MARKETING: CAMBIA TUTTO. Ma oltre alla sostanza (il prodotto, i servizi, l’assistenza) ora il t.o. romano guarda anche alla forma e al racconto di quella che è una realtà del panorama turistico. «Dopo 30 anni era giusto lasciare un segno, condividere la storia di Ota e rilanciare il nostro ruolo nel futuro. Per questo motivo, seppure non abbiamo mai ecceduto con la visibilità mediatica, questa volta abbiamo scelto di metterci in mostra», rimarca Massimo Diana.

Una scelta che guarda già al futuro prossimo, secondo il responsabile marketing e comunicazione, Francesco Boccanera: «In cantiere abbiamo numerosi progetti che includono una maggiore comunicazione aziendale, il rinnovamento del brand, campagne promozionali e di marketing dirette a far conoscere di più il marchio anche al cliente finale e una crescita importante anche sui canali social, che già stiamo curando da tempo con un’attenzione particolare».Un nuovo approccio alla comunicazione che non è casuale. «Dopo anni di duro lavoro e di investimenti abbiamo un prodotto riconoscibile, strutturato, di cui le agenzie di viaggi si fidano. Ora è il momento di fare uno scatto in avanti – sottolinea Diana – e ci aspettano tante novità».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore e giornalista de L'Agenzia di Viaggi Magazine.

Guarda altri articoli