Hospitality Digital Space, l’evento sarà in streaming dall’1 al 4 febbraio

Hospitality Digital Space, l’evento sarà in streaming dall’1 al 4 febbraio
26 Gennaio 08:59 2021 Stampa questo articolo

Il futuro dell’ospitalità passa dall’innovazione, è il tema al centro degli appuntamenti di Hospitality Digital Space, che si terrà a Riva del Garda dal 1° al 4 febbraio, e potrà essere seguito in live streaming.

L’evento ospiterà confronti e presentazioni con punti di vista inediti per fornire a tutti i professionisti che lavorano nel settore dell’accoglienza e della ristorazione i migliori strumenti per guidare il cambiamento.

«La capacità di innovare costituisce uno dei fattori determinanti per il settore dell’ospitalità – spiega Alessandra Albarelli, direttrice generale di Riva del Garda Fierecongressi –  E ciò che stiamo vivendo ha reso sempre più necessario il confronto e lo scambio di idee.  E proprio le idee, insieme agli esempi concreti, alle best practice e ai contributi di grandi innovatori e opinion leader del settore, saranno alla base di questa riflessione condivisa sul futuro. Hospitality Digital Space vuole essere un modo per stare vicino agli operatori dell’Ho.re.ca.  in un momento complesso, ma anche un’occasione per invitarli a ripensare con creatività e flessibilità gli spazi e i servizi che caratterizzeranno le strutture ricettive di domani.»

Il programma dei quattro giorni di dirette con testimonial e ospiti del settore dell’accoglienza, si articolerà in due spazi virtuali, il Live Space e l’Academy Lab, in cui approfondire temi di attualità dal food al beverage, al design, alla tecnologia, oltre a consigli concreti e case history per riadattare il proprio business alle esigenze di una normalità, non solo nuova, ma migliore.

L’Hds verrà inaugurato il 1° febbraio alle ore 10.00 con l’intervento di apertura di Roberto Pellegrini, presidente di Riva del Garda Fierecongressi, in un dialogo con Lorenza Bonaccorsi, sottosegretario di Stato del ministero per i beni e le attività culturali e Giorgio Palmucci presidente di Enit. Ospite d’onore della mattinata Carlo Petrini, presidente di Slow Food che proporrà un approfondimento tanto visionario quanto pratico su un nuovo concetto di etica per la ristorazione. Conclude l’inaugurazione l’onorevole Maria Chiara Gadda, promotrice della legge 166/2016 sullo spreco alimentare.

«Quest’anno – prosegue Albarelli – abbiamo creato un vero e proprio hub virtuale per condividere esperienze e idee di qualità, senza dimenticarci delle aziende, vero cuore della nostra manifestazione nella sua dimensione fisica. Con questo intento sono nate l’Area Expo, un contenitore di vetrine virtuali pensato per favorire momenti di networking e Future Trends, un canale per dare voce alle imprese con speech, presentazioni di prodotti e soluzioni che caratterizzano il mondo dell’ospitalità».

 Nel pomeriggio della prima giornata, nel Live Space l’attenzione si sposta in particolare sull’hôtellerie, esplorando con Alberto Mattiello – business futurist, autore, speaker internazionale ed esperto di innovazione – l’evoluzione della domanda e dell’offerta ricettiva, con tre incontri dedicati ai nuovi scenari del mercato turistico, alberghiero e del wellness. «Il settore in questi mesi – osserva Giovanna Voltolini, exhibition manager di Hospitality-Il Salone dell’Accoglienza –  ha dovuto reinventarsi in tempi record, con un approccio flessibile e aperto al cambiamento. Sono stati ripensati gli spazi, creando nuovi luoghi multifunzione che possono essere dedicati anche allo smartworking».

Gli appuntamenti del Live Space proseguono il 2 febbraio con gli approfondimenti dedicati al Food & Beverage e nel pomeriggio  riflettori puntati su alcune eccellenze che contraddistinguono il Made in Italy. Gli appuntamenti condotti dal giornalista e scrittore Maurizio Maestrelli toccheranno i temi del turismo legato al caffè, all’arte della birra artigianale grazie alle materie prime di qualità e all’innovazione in ambito mixology con opinion leader del settore. L’evento si chiuderà  giovedì 4 febbraio sul palco del Live Space con un percorso specialistico per la formazione e l’aggiornamento dell’hospitality digital manager con l’evento pay to play Onspitality.

L'Autore