Hack for travel industry: le startup che cambieranno il turismo

Hack for travel industry: le startup che cambieranno il turismo
05 Maggio 10:33 2020 Stampa questo articolo

Grandi numeri per il primo Hack for travel industry, evento progettato e realizzato da The Data Appeal Company, Destination Maker e Onde Alte e sostenuto da Mibact, Enit e il Gruppo Alpitour per trovare strategie innovative e pensare a nuove forme e soluzioni per il turismo nel post emergenza sanitaria.

Il live di apertura dell’evento ha raggiunto oltre 10mila visualizzazioni, 1.220 iscritti alla piattaforma, quasi 300 mentor candidati (150 dei quali hanno seguito e consigliato i gruppi di lavoro) e 90 progetti messi sul tavolo, di cui 69 arrivati alla submission finale.

Oltre 10 ore di live streaming su Facebook, con decine di migliaia di visualizzazioni e commenti per questa maratona di idee interamente online, ideata per contribuire all’avvio della fase due attraverso progetti e proposte per immaginare insieme il futuro dell’ospitalità, delle destinazioni, dei musei e della cultura.

Di seguito i team premiati:

  • Premio speciale soluzioni innovative per il turismo di Alpitour World del valore di 10.000 euro: vince Happy and Safe;
  • Premio speciale destinazione Italia di Enit e Mibact del valore di 7.000 euro: vince Work Your Way;
  • Premio focus ospitalità e t.o. del valore di 2.000 euro: vince Ancillary BnB;
  • Premio focus destinazioni e dmo del valore di 2.000 euro: vince MoVan;
  • Premio focus musei e cultura del valore di 2.000 euro: vince PasspARTout.

«Il progetto ideato da Happy and Safe è coerente con le strategie condivise dal Gruppo, volte a rafforzare ulteriormente i temi di salute e benessere nella proposta di valore ai viaggiatori. Presenta, inoltre, contenuti interessanti e già nel mirino dei nostri laboratori tecnologici, quali smart device e blockchain applicata al settore. Infine, la presentazione dell’idea e i materiali forniti sono stati giudicati completi e di ottima qualità», ha dichiarato Francesco Ciuccarelli, cio e cto di Alpitour World e membro della giuria dell’Hack for Travel Industry.

Giovanni Bastianelli, direttore esecutivo di Enit, ha aggiunto: «Abbiamo voluto premiare l’idea del team Work Your Way che interpreta una fase di cambiamento del mondo del lavoro in linea con un approccio rinnovato al settore anche del turismo che da solo contribuisce al 13% del PIL italiano. Il covid può essere un’occasione per guardare avanti anche in un’ottica di sostenibilità ambientale e sociale. Al centro della riprogrammazione lo slow tourism, la valorizzazione delle destinazioni meno note. Con la piattaforma Work Your Way i lavoratori potranno accedere a pacchetti viaggio su misura che consentono di trascorrere lunghi periodi di remote working (da 1 a 12 mesi) in località turistiche italiane poco conosciute».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore