Gli hotel di Tokyo non bastano? Si dorme in nave per le Olimpiadi 2020

Gli hotel di Tokyo non bastano? Si dorme in nave per le Olimpiadi 2020
19 Luglio 13:03 2019 Stampa questo articolo

Navi da crociera come hotel galleggianti. Manca un anno alle Olimpiadi di Tokyo e nelle ultime settimane il Giappone si interroga sulla sua capacità ricettiva, calcolando che probabilmente ci sarà una carenza di alloggi nel periodo dei Giochi dal 24 luglio al 9 agosto 2020.

Come racconta il quotidiano La Repubblica, la capitale nipponica fa una stima, prevedendo che – nonostante le nuove costruzioni – mancheranno circa 14mila camere rispetto al numero di turisti attesi. Ecco che, vagliando le soluzioni, una delle idee sarebbe sfruttare il mare, con i porti di Tokyo e Yokohama per accogliere le navi da crociera durante le Olimpiadi.

A bordo delle grandi e lussuose imbarcazioni attraccate è possibile infatti ospitare migliaia di persone, tra tifosi e turisti abbienti. Alcune agenzie di viaggi giapponesi stanno già affittando cabine nel periodo di Tokyo 2020. La Jtb per esempio ne ha prese 1000 su Sun Princess, nave da crociera di Princess Cruises, con idromassaggio, cinema e teatri. La proposta è di pacchetti per turisti altospendenti con prenotazione della cabina e dei biglietti per le gare.

Il governo sta vagliando tutte le possibilità per ampliare l’offerta di hotel galleggianti. Una scelta supportata anche da una legge sull’industria alberghiera giapponese che vieta le stanze senza finestre ma che invece da circa un anno – per via di un’ordinanza emessa dal ministero della Salute – permette alle navi con cabine prive di finestre di essere utilizzate come alloggio durante i grandi eventi sportivi.

L’impegno del Giappone c’è, ma alcuni analisti sostengono che questa soluzione potrebbe non arrivare a soddisfare la domanda di alloggi, anche per via di un problema di spazi nel porto di Tokyo. Un ulteriore step potrebbe essere quello di aprire un nuovo terminal per navi da crociera, ma bisognerebbe far tutto in meno di un anno.

E a proposito di navi e sport, nelle scorse settimane la città di Napoli ha ovviato alla mancanza di alloggi per le Universiadi 2019 proprio con due navi ormeggiate nel porto partenopeo – Msc Lirica e Costa Victoria – che hanno accolto circa 4mila persone, tra atleti e delegati, garantendo loro ospitalità di alto livello.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Claudia Ceci
Claudia Ceci

Guarda altri articoli