Gli adv Egitto Expert alla scoperta del Cairo e di Alessandria

Gli adv Egitto Expert alla scoperta del Cairo e di Alessandria
16 novembre 07:00 2018 Stampa questo articolo

Non solo mare. Se il ritorno del mar Rosso è sotto gli occhi di tutti, il fascino delle città egiziane dura da millenni. E così sono state Il Cairo e Alessandria le protagoniste del fam trip a cui hanno partecipato i tre vincitori di Egitto Expert, il progetto di formazione organizzato da L’Agenzia di Viaggi che ha visto in gara 260 agenti di viaggi. Dopo aver seguito il programma Block Notes con cinque lezioni su altrettanti itinerari (Mar Rosso; crociera sul Nilo, Cammino della Sacra Famiglia; city break a Il Cairo e Alessandria; turismo attivo), gli adv hanno risposto alle 15 domande del quiz online e i primi tre – Ilaria Franceschini, di Cottipo Viaggi, Milano; Daniela Menghini di Evolution Travel, Recanati; Marinella Brambilla di MeiTu Travel, Milano – sono partiti alla volta dell’Egitto.

Il Cairo, la capitale, è città di contrasti, pulsante, esotica, affascinante e accogliente. Sede di luoghi di epoca faraonica, copta e islamica, ha tra le attrazioni più celebri: le Piramidi di Giza, la Sfinge e il Museo Egizio, con i suoi 136mila oggetti in mostra, la più completa collezione di reperti archeologici dell’Antico Egitto. Alessandria d’Egitto, celebre per i 20 chilometri di lungomare, è la seconda città del Paese per dimensioni e ha il più grande porto marittimo nazionale. Centro culturale dell’antichità, simboleggiato dall’attuale Bibliotheca Alexandrina, sorta accanto al sito dell’antica biblioteca, che può ospitare otto milioni di libri. A differenza di altri luoghi dell’Egitto ha un’identità mediterranea.

Egitto Expert viaggioPartite da Roma e Milano alla volta de Il Cairo, le tre agenti di viaggi hanno raccontato di aver vissuto una bellissima esperienza, ringraziando i rappresentanti dell’Ente del turismo egiziano per l’accoglienza e le premure. «Ero stata al Cairo nel 1993 ed è cambiato tantissimo, a partire dall’espansione territoriale – commenta Marinella Brambilla – È una città enorme, sempre viva giorno e notte, incredibilmente trafficata. Credo ci siano infinite cose da vedere in tutta la provincia. L’Egitto è una destinazione da vendere assolutamente e tra l’altro poterlo visitare con tour operator e guide specializzate fa la differenza. Noi abbiamo avuto la fortuna di avere a disposizione un egittologo, che oltre a essere stato prezioso nella visita al museo egizio, ci ha fatto scoprire piramidi in mezzo al deserto di grande impatto, meno turistiche, ma ugualmente affascinanti». L’agente consiglia di trascorrere qualche giorno al Cairo, magari abbinandolo alla crociera sul Nilo o a un soggiorno mare.

«Le piramidi, la sfinge, il museo egizio: ci siamo immersi nell’atmosfera dell’antico Egitto – dice Ilaria Franceschini – Tra l’altro abbiamo alloggiato nella capitale in un hotel 5 stelle con vista panoramica sul Nilo, ci ha accompagnato una guida preparatissima e siamo riusciti a visitare anche Alessandria, la cittadella fortificata di Qaitbay, costruita nel XV secolo dove si ergeva il Faro e le catacombe di Kom el Shoqafa. Il plus è stato la gastronomia, di ottimo livello».

«Ho apprezzato particolarmente il programma che ci è stato proposto perché focalizzato su località un po’ fuori dal turismo di massa – spiega Daniela Menghini – Questo viaggio mi dà lo spunto per proporre sia Il Cairo che Alessandria come escursioni ai clienti che scelgono il Mar Rosso. Oppure possono essere tappe di un soggiorno mare sul Mediterraneo. Durante il viaggio la guida ci ha parlato anche del sito di Saqqara, un luogo ancora inesplorato, dove proprio in questi giorni è stata scoperta una necropoli di animali, con mummie di gatti, serpenti e scarabei».

Il percorso di formazione sulla Terra dei Faraoni è stato promosso da L’Agenzia di Viaggi Magazine, in collaborazione con l’Ente del Turismo Egiziano in Italia e con il supporto di EgyptAir. «Sono molto soddisfatto per l’attenzione dedicata al mio Paese dagli agenti di viaggi – ha dichiarato Emad F. Abdalla, direttore dell’ente in Italia (e ora anche in Francia e Belgio) – In Egitto convivono tante realtà e a mio parere l’ideale è combinarle. Durante il fam trip gli adv hanno potuto scoprire alcuni tesori delle nostre due città principali, seguendo itinerari un po’ meno battuti rispetto al mar Rosso o alla crociera sul Nilo».

L'Autore

Claudia Ceci
Claudia Ceci

Guarda altri articoli