Geo entra in WeChat: al via l’operazione Cina

Geo entra in WeChat: al via l’operazione Cina
30 Aprile 12:42 2018 Stampa questo articolo

Il network Geo Travel inizia un processo di apertura al mercato social cinese con l’ingresso nella piattaforma WeChat. Stimolato dall’adv affiliata Ruilong di Prato, agenzia Iata specializzata nel prodotto crociere, il network oltrepassa i confini europei e si spinge in Oriente con lo sviluppo di attività digital legate proprio alla più importante piattaforma online cinese.

«WeChat è l’app di messaggistica più usata in Cina e conta quasi 1 miliardo di utenti attivi. Si tratta di un servizio di comunicazione attraverso messaggi di testo e vocali per dispositivi portatili ed è disponibile su Android, iPhone, Blackberry, Windows Phone, Symbian e Windows 10», spiega Stefano Hu, responsabile dell’agenzia Ruilong.

«In collaborazione con Ruilong, stiamo studiando col nostro grafico appositi post e prodotti adatti al mercato cinese, tradotti in lingua», annuncia Chiara Maggioni, responsabile marketing di Geo.

L’approccio a social network poco conosciuti in Italia, con la pubblicazione in lingua cinese su WeChat, è un segnale che esprime l’apertura, da parte di Geo, alle novità e ai cambiamenti di mercato. Geo Travel Network offre, infatti, alle agenzie affiliate un servizio più completo e su misura a seconda delle aree geografiche in cui sono ubicate le adv e del target di clientela a cui si rivolgono. In questo caso, puntare su WeChat significa dare un’accelerata rispetto al settore incoming.

Proprio in occasione della prossima convention del network, che si terrà in Puglia dal 18 al 20 maggio, il focus sul concetto di “CambiaMente” lavorerà su un nuovo cambio di paradigma per le agenzie che diventa una strada obbligata da intraprendere, a fianco del partner giusto che sa offrire gli strumenti necessari per evolvere e stare al passo coi tempi.

Nel corso dell’evento, Geo presenterà gli sviluppi informatici legati al caricamento diretto dei post dalla intranet TheBox sulle principali piattaforme social, in primis Facebook. Le agenzie potranno condividere in automatico, senza alcun impegno da parte loro, post già preconfezionati dal network, con la possibilità di personalizzarli.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore