Gattinoni fa all-in: «100% delle quote e più investimenti»

Gattinoni fa all-in: «100% delle quote e più investimenti»
12 Ottobre 12:29 2018 Stampa questo articolo

Sul tavolo italiano della distribuzione, Franco Gattinoni aggiunge un altro tassello per compattare il suo Gruppo e rilanciare la partita degli investimenti nel network. L’annuncio arriva direttamente alla Fiera di Rimini: «Smentisco ancora qualsiasi progetto di vendita, anzi faccio all-in – afferma Gattinoni ricorrendo al linguaggio caro ai giocatori di poker – Rilancio con l’acquisizione del 100% della proprietà di Gattinoni Travel Network srl, la società che si occupa della rete di agenzie e delle attività della distribuzione (dal business travel al leisure fino agli store di proprietà, ndr)».

Il 10 ottobre infatti c’è stata la firma con cui Franco Gattinoni ha rilevato il 34% della srl che faceva capo a Hotelplan AG e che la società svizzera aveva comprato tempo fa per circa 4 milioni di euro. Contemporaneamente il Gruppo amplia il suo cda: oltre al presidente ne fanno parte Sergio Testi, Antonella Ferrari, Eros Candilotti, Michela Bellomo, Sabrina Nadaletti, Amanda Schuepbach e Valeria Vaghi.

Nessun bluff, quindi, tornando alle dinamiche del poker, anzi: la volontà precisa di avere le carte giuste da giocarsi puntando sull’indipendenza e scommettendo su una nuova tornata di investimenti in tecnologia, brand, prodotto e comunicazione. «Non ci sono ulteriore acquisizioni in vista, ma l’obiettivo è raggiungere le mille agenzie affiliate – ribatte Gattinoni – con quelle di proprietà che aumenteranno al ritmo di una o due all’anno».

La roadmap del Gruppo lecchese è segnata: squadra compatta, nuova piattaforma tecnologica in arrivo a inizio 2019 e l’app per i clienti viaggiatori che integra in forma digitale i documenti, biglietti, consigli di viaggio e la possibilità di vendere ulteriori servizi e attività in loco.

«Il piano di sviluppo è triennale e i numeri parlano chiaro: stiamo crescendo sia come azienda sia come network. Il Gruppo, che ha chiuso il 2017 con un fatturato totale di 246,5 milioni di euro e un giro d’affari totale per 755 milioni, ha come obiettivo crescere del 15% ogni anno da qui al 2020 – per una stima del +50% in tre anni – Quest’anno raggiungeremo i 300 milioni di fatturato totale e i 900 milioni di euro di valore dei contratti di tutto il network», afferma il presidente in conferenza stampa al Ttg Travel Experience.

Accanto al digitale e ai numeri, però, la partita a poker di Gattinoni non prevede puntate al buio, ma focus precisi e un altro tavolo che si chiama prodotto. Ecco arrivare, quindi, 5 cataloghi cartacei per affiancare strumenti offline a quelli online con la collezione Travel Experience, che si espande e arriva direttamente al cliente. «Verrà stampata in tirature tali da poter essere consegnata ai clienti e diventare un catalogo-book da consultare a casa», annuncia il direttore generale, Sergio Testi.

La programmazione Selected con i t.o. selezionati, invece, avrà due edizioni l’anno (estate/inverno) con quote riservate al network.E sempre a inizio anno arriverà il catalogo Mare Italia 2019 con taglio generalista, prodotto non brandizzato dai t.o. e l’obiettivo di avvicinare il segmento millennials alle agenzie di viaggi.

Gattinoni, quindi, non ha intenzione di stare a guardare e, se cerca alleati e partner nell’industria turistica al primo posto c’è sempre l’agenzia. «Partiamo da un buon posizionamento e punteremo sempre di più sul rapporto diretto con le adv perché crediamo nell’affiancamento tra il brand dell’agenzia e quello di Gattinoni creando un valore aggiunto comune – ricorda Testi – Dalle vetrine alle campagne radio: la comunicazione è un nostro punto di eccellenza, ma il piano triennale porterà novità totali a 360°, soprattutto per i servizi, il business travel, il booking semplificato e graficamente intuitivo».

Fatta l’all-in sulle quote del Gruppo, quindi, il rilancio sui servizi è già  partito. «Il business travel e  il leisure crescevano già bene – conlcude Testi – Ora con nuove risorse e la riorganizzazione manageriale tutte le divisioni sono state valorizzate accrescendo la marginalità. Stiamo segnando già un +20% di fatturato annuo, superando le previsioni».

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore. Specializzato in trasporto aereo, network di agenzie di viaggi, tecnologia, estero, economia e fiere internazionali.

Guarda altri articoli