Gattinoni acquisisce la maggioranza di Marsupio Group

Gattinoni acquisisce la maggioranza di Marsupio Group
07 febbraio 13:16 2019 Stampa questo articolo

Nuovo scossone nel panorama della distribuzione italiana. Gattinoni, infatti, annuncia l’accordo con Marsupio Group, che prevede l’acquisizione della quota di maggioranza della società emiliana che raggruppa una rete di circa 220 agenzie di viaggi. Con questa operazione Gattinoni, che conta 870 agenzie, entra come unico Gruppo indipendente nel ristretto club dei network con oltre 1.000 adv.

Per Gattinoni l’operazione rientra nel progetto di sviluppo della distribuzione che fa perno sull’indipendenza delle agenzie di viaggi. Al momento non sono note ancora le cifre dell’operazione e nemmeno il pacchetto di quote acquisito dal Gruppo lecchese.

“L’indipendenza si traduce in libera scelta di fornitori, ampiezza di prodotti, margine d’azione per l’imprenditorialità degli agenti. Gattinoni e Marsupio si sono trovati perfettamente allineati sui valori di trasparenza, condivisione, reciprocità, 
valorizzazione, competenza, qualità e rispetto, sull’importanza della competenza umana e sull’intenzione di crescere”, riporta la nota del network fondato da Franco Gattinoni e guidato da Sergio Testi.

Marsupio Group continuerà a mantenere la sua sede a Bologna e Massimo Caravita è confermato come presidente del Gruppo emiliano.

«Questo investimento per noi rispecchia il piano di sviluppo della distribuzione che avevamo pianificato. Abbiamo identificato in Marsupio un partner serio e riconosciuto, in linea con i nostri valori e principi – commenta Franco Gattinoni, presidente del Gruppo – Riteniamo che l’operazione porterà alle agenzie del network ingenti benefici sul piano del potenziamento di fornitori e servizi, con ampi spazi per aumentare vendite e marginalità».

«Marsupio Group ha trovato in Gattinoni il partner industriale ideale su cui puntare. Esprimo la mia soddisfazione per questa partnership con il primo gruppo agenziale indipendente italiano, che conta su visione e mission analoghe alle nostre. Insieme potremo offrire nuovi servizi e sviluppare il network», ha sottolineato il presidente di Marsupio, Massimo Caravita.

L'Autore