Garavaglia: «Tavolo con le Regioni per la ripartenza»

by Andrea Lovelock | 3 Marzo 2021 11:01

Una promozione del brand Italia ed una nuova fase della digitalizzazione sono i due motori da mettere a punto per il rilancio del turismo italiano: sono queste le priorità ribadite dal ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, partecipando agli Stati Generali di Sorrento.

«Le risorse ora ci sono, sono tante e dobbiamo metterle a sistema ed essere efficienti, subito. C’è tanto da fare: dalle infrastrutture alla mobilità, dal livello dei servizi alla ricettività. Ma possiamo e dobbiamo lavorare molto bene con le Regioni: la prima riunione che abbiamo avuto con i governatori regionali ha visto condividere l’idea della promozione unica per il turismo italiano. Eppoi dobbiamo portare a compimento l’innovazione digitale, creando una piattaforma che aggreghi l’offerta italiana. In una parola è indispensabile fare squadra e creare un ecosistema turistico condiviso».

Il primo passo concreto, quindi, secondo il ministro è stato quello di istituire un Tavolo permanente con le Regioni per coordinare al meglio tutte le misure necessarie a far ripartire il settore. «Abbiamo perso molto tempo  e troppo terreno negli ultimi anni, pur avendo una leadership nel sentiment dei potenziali viaggiatori. Tutto questo servirà ad intercettare turisti: basti pensare che già oggi ci sono centinaia di milioni di Millennial che vorrebbero visitare il nostro Paese: ebbene dovremo essere in grado di intercettarli in modo efficace.»

Garavaglia ha poi glissato sul volume di risorse che il nuovo Recovery Plan destinerà al turismo: «È troppo presto per quantificare il volume di risorse, ma lo diremo appena si sarà deciso il budget a disposizione del comparto». Mentre il ministro è stato molto preciso sulle prime mosse del suol dicastero: «E appena stato pubblicato in Gazzetta il provvedimento che istituisce il ministero del Turismo, che conterrà anche le norme attuative. Ciò vuol dire una accelerazione nell’organizzazione del ministero che già nei prossimi giorni, che sarà quindi in grado di effettuare direttamente i bonifici per i ristori già stanziati».

Agli Stati Generali è intervenuto anche il presidente dell’Enit, Giorgio Palmucci, che ha sottolineato come «dagli ultimi dati elaborati, l’Italia continua ad essere la destinazione più desiderata tra i viaggiatori stranieri. E rispetto a competitor come la Grecia che sta creando isole Covid-free, l’Italia deve pensare di trasmettere sicurezza su tutto il suo territorio: diventa importante che la campagna vaccinale venga messa in primo piano, anche attraverso la vaccinazione degli operatori turistici[1], per consentire  così che l’Italia sia fruibile in ogni suo territorio».

Infine il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola ha raccontato proprio il modello della sua città[2]. «Vogliamo dare una scossa al settore, ancor più significativa se si tiene conto che avviene proprio mentre viene costituito il ministero. La nostra è una rete di operatori coinvolti nel rilancio dell’offerta del territorio. Le risorse del Recovery Plan sono  poi il passaggio-chiave da mettere subito in campo, per erogare misure di sostegno agli operatori e alle imprese, con attenzione anche al mondo dei trasporti e della mobilità».

Endnotes:
  1. vaccinazione degli operatori turistici: https://www.lagenziadiviaggi.it/federturismo-lalli-ripartenza-vaccinare-subito-gli-operatori/
  2. modello della sua città: https://www.lagenziadiviaggi.it/modello-sorrento-smart-tourism-per-rilanciare-il-settore/

Source URL: https://www.lagenziadiviaggi.it/garavaglia-tavolo-con-le-regioni-per-la-ripartenza/