Fuel in calo anche a dicembre: viaggiare costerà meno?

Fuel in calo anche a dicembre: viaggiare costerà meno?
04 gennaio 11:47 2019 Stampa questo articolo

È pari a 67,49 dollari a barile il prezzo del carburante aereo nell’ultima settimana di dicembre. Una cifra, questa, che conferma il trend negativo del costo del carburante iniziato a novembre scorso e attualmente in calo del 3,1%.

A dirlo è il Jet Fuel Price Monitor di Iata (vedi anche il report redatto mensilmente dal Centro Studi Fto), che mostra come dicembre si sia chiuso con una media per tonnellata metrica di petrolio pari a 570,02 dollari, mentre a novembre questo valore si attestava sui 658,56 dollari. Rispetto al mese precedente, si segnala un significativo decremento di 88,54 dollari (-13,4%).

Ed è certamente una buona notizia per le agenzie di viaggi alle prese con il supplemento Yq, che generalmente oscilla da un minimo di 30 euro a oltre 130 euro per persona: qui resta fondamentale la trasparenza dei tour operator, sia in termini di catalogo che delle schede tecniche di riferimento, richiesta tra l’altro anche dalla nuova direttiva pacchetti.

SOTTO LA BARRIERA DEI 600 DOLLARI. Così, se a fine novembre la media era scesa sotto i 600 dollari per ogni tonnellata di petrolio e si era di fronte a un dato che non si registrava da ottobre, le quotazioni settimanali di dicembre – valide fino al giorno 28 – sono rimaste sotto tale soglia, con una diminuzione rispetto allo stesso periodo del 2017 attestata a 42,53 dollari (-6,9%).

DOLLAR FACTOR. Infine, resta sostanzialmente invariato il cambio medio del dollaro rispetto al mese precedente (+,015%), che viene dichiarato dalla Banca centrale europea (Bce) di 1,13842 dollari per ogni euro.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giulia Di Camillo
Giulia Di Camillo

Guarda altri articoli