Frigerio Viaggi Network, inizia l’era Human2Human

Frigerio Viaggi Network, inizia l’era Human2Human
10 Marzo 11:18 2017 Stampa questo articolo

Si è conclusa a Milano, il 4 marzo, la convention del gruppo Frigerio Viaggi, all’insegna dello slogan #Iosonoinsquadra e con la soddisfazione del presidente, Giancarlo Frigerio che, commenta così il dato operativo del 2016 che segna la crescita di 2 milioni di euro: «È un risultato di un autentico gioco di squadra, fatto di contributi professionali, dedizione e lealtà».

I maggiori incrementi si sono avuti sulla divisione leisure, ma c’è stato un significativo aumento anche nel volume delle altre business unit: mice, business travel, trasporti, incoming e network.

Ora Frigerio Viaggi Network si appresta a maturare la fase H2H – Human2Human, introdotta dal celebre Bryan Kramer. Dopo un 2016 caratterizzato da tante novità nella programmazione, il 2017 sarà l’anno clou per la realizzazione del piano strategico del network illustrato da Giancarlo Frigerio.

»Le novità in ambito organizzativo sono quasi ultimate, dopo la presentazione della nuova unità incoming, presto sarà presentata un’altra business unit. Continueremo con la forte spinta verso l’innovazione tecnologica, attraverso investimenti mirati e utili a migliorare i servizi erogati ai clienti, e la qualità lavorativa della nostra squadra. E ancora, il 2017 sarà caratterizzato dalla partecipazione societaria del gruppo Frigerio in Mot, Milan Open Tour. Una startup che partirà entro luglio con due nuovi bus “hop on hop off” per scoprire Milano attraverso due specifici itinerari. A completare l’offerta sugli itinerari milanesi, c’è la raccolta di esperienze non convenzionali sul territorio. Una collezione interamente firmata Frigerio Viaggi Network. Un’attenzione particolare merita la programmazione di prodotto, con il magalogue Wow 2017, pronto per essere distribuito alla rete.  E ancora, siamo certi di poter ottenere grandi risultati dalla programmazione sportiva, quella sposi e quella per le scuole. Progetti che nascono da un’analisi compiuta sui bisogni individuali delle persone e che anche nello svolgimento del viaggio vengono posti al centro».

Il cambio radicale riguarda sia l’approccio relazionale all’interno della squadra, sia l’attenzione verso il cliente, molto più orientata all’ascolto per focalizzare al meglio i bisogni e per sviluppare un’adeguata offerta. È l’applicazione praticata della filosofia H2H, caratterizzata da un panel di prodotti che pongono al centro la persona con la sua sfera di bisogni.

L'Autore