Formula Gilardi per Uvet Travel System: «Canoni flessibili e tecnologia»

Formula Gilardi per Uvet Travel System: «Canoni flessibili e tecnologia»
25 febbraio 13:50 2019 Stampa questo articolo

La nuova frontiera di Uvet Travel System si snoda in tre tappe per un roadshow a tutto campo – non a caso denominato Open your eyes – da Nord a Sud (Lazise-Garda, Perugia e Matera) con quasi 500 agenzie partecipanti e i main sponsor Beachcomber e Msc, 28 fornitori e partner (Alitalia, Air Transat, Idee per Viaggiare, Veratour e tanti altri) tra cui anche la compagnia del Gruppo, Blue Panorama.

Un evento itinerante che vuole segnare la svolta del network all’insegna della flessibilità e del nuovo corso tecnologico messi in capo dal direttore generale, Andrea Gilardi. E di soluzioni il network ne ha messe in campo diverse, riconoscendo gli errori e l’impasse del recente passato e dando un’accelerazione alla rivoluzione digitale.

L’UNIVERSO DEI SERVIZI UVET. A Perugia, come già accaduto a Lazise la scorsa settimana, è stata illustrata l’implementazione dell’intranet Uvet con altre diverse piattaforme a disposizione dell’affiliato. A partire da Widget b2b, il cerca vacanze che in soli due secondi rilascia soluzioni per costruire preventivi; e UChallenge la campagna gratuita d’incentivazione per viaggi leisure che consente di incrementare la redditività con vendite relative ai sette tour operator selezionati dal network (Settemari, Nicolaus, Valtur, Veratour, Naar, Msc, Tui).

Per proseguire con ULove, piattaforma dedicata alle liste di nozze che funge anche da borsellino elettronico per cui l’agenzia può continuare a raccogliere quote anche se è stato già coperto il costo del viaggio di nozze. Quote-extra che vengono poi consegnate in automatico agli sposi o utilizzarli per altre vacanze.

La piattaforma AlterEgo, invece, rappresenta una sorta di gds semplificato che consente di avere sempre e comunque le migliori tariffe aeree al momento della consultazione e dove vengono remunerati i singoli segmenti del viaggio aereo. Accanto alla piattaforma Aroundeasy per le polizze assicurative legate ai viaggi, ci sono anche servizi ad hoc come il Travel Alert che mette a disposizione dell’affiliato una consulenza legale che, gratuitamente, segue le eventuali problematiche legate a disservizi sui voli.

Ma su tutti spicca Leonardo, la piattaforma per il pacchetto dinamico che ogni adv può sfruttare al meglio per assemblare traghetti, treni, voli e hotel e fissare il proprio margine. «A pochi mesi dal lancio – ha sottolineato Andrea Gilardi – sono già 250 le agenzie che lo utilizzano regolarmente. Per ogni combinato generato con Leonardo, inoltre, compresi i voli low cost,  la responsabilità diretta è del Leonardo Travel Service. In altre parole il servizio garantisce meno responsabilità e maggiori guadagni assicurati».

PARTNERSHIP CON TRAVELPORT. Non a caso, a questo innovativo strumento di vendita, è stato dedicato uno dei tre seminari, accanto agli altri due focalizzati su fiscalità e Ndc, in collaborazione con Travelport. A conti fatti, un roadshow che lo stesso Gilardi ha definito «un irripetibile momento formativo e informativo per i nostri affiliati per far aprire loro gli occhi rispetto a tutto ciò che sta cambiando: dalla svolta Ndc alla fiscalità, dall’importanza del fondo di garanzia alla digitalizzazione del turismo organizzato. Vale la pena, ad esempio, evidenziare che il Gruppo Uvet è oggi l’unico cliente italiano che lavora da più di un anno con Travelport per apportare le giuste modifiche al software e affrontare al meglio l’innovativo processo Ndc. Ovviamente il punto focale di tutto è l’utilizzo del nostro portale che è diventato un grande contenitore di servizi e prodotti da utilizzare a seconda del business di riferimento dell’agenzia. Si era persa nel tempo l’abitudine ad entrarci, oggi vogliamo rilanciare il nostro sistema centralizzato, implementato con questi strumenti innovativi».

NOVITÀ IN AGENZIA. Proprio sul lato digital, infatti, Gilardi sottolinea l’enorme interesse riscontrato dalle agenzie per i monitor video forniti da AVL. «Vogliamo diffondere su larga scala nelle adv i monitor a controllo remoto e ci siamo prefissati di installarne almeno 300 entro i prossimi tre anni. Questi apparecchi sono esenti dal pagamento del canone Rai, danno visibilità alle offerte degli operatori e iniziano a sostituire le locandine di carta o peggio fogli A4 affissi sulle vetrine, che fan parte ormai del passato».

C’è poi il futuro del network che è già nella testa di Gilardi: «Contiamo di acquisire almeno 80 nuove agenzie entro fine anno e puntare sulla qualità di chi ha scelto di fare la nostra stessa strada. Con canoni light da 500 euro a quelli dei top partner da 1.600 euro, sempre differenziati a seconda della zona geografica, e soluzioni di affiliazioni a 1+2 anni, nel senso che dopo un anno si può anche scegliere di uscire dal network, oppure a 3 anni fissi, con una particolare scontistica».

Leggi anche: “Patanè e la multinazionale Uvet: «Nuova acquisizione nel business travel»”

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli