Flyr, la compagnia anti Norwegian sbarca a Milano Bergamo

01 Ottobre 14:38 2021 Stampa questo articolo

All’aeroporto di Milano Bergamo farà presto il suo esordio Flyr, nuova compagnia aerea norvegese nata pochi mesi fa. Il vettore norvegese – che punta a riempire il vuoto creato dalla crisi di Norwegian Air – opera con una flotta di tre Boeing 737-800 da 189 posti e ha la sua base principale all’aeroporto di Oslo-Gardermoen, da dove inizierà a volare su Milano Bergamo a partire dal 5 gennaio 2022.

Il nuovo collegamento prevede due frequenze settimanali, il mercoledì e sabato, per tutta la stagione invernale.  Con l’ingresso di Flyr, che si aggiunge ai nuovi arrivi di easyJet, Eurowings e Vueling, il network dell’orario invernale 2021/22 dell’aeroporto di Milano Bergamo conta 16 compagnie aeree per un totale di 122 collegamenti verso 114 destinazioni in 39 Paesi.

Il primo volo ufficiale di Flyr è datato 30 giugno 2021, mentre il 21 agosto il vettore ha avviato le operazioni internazionali con tre aeromobili diretti verso Alicante, Malaga e Nizza.

Il suo obiettivo è stato, fin da subito, quello di competere con Norwegian Air, viste le difficoltà economiche di quest’ultima, tanto che alcuni manager di rilievo di Flyr provengono proprio dalla compagnia aerea famosa per aver lanciato il lungo raggio low cost tra Europa e Usa.

Il direttore commerciale Thomas Ramdahl, il direttore finanziario Brede Huser, e il direttore esecutivo di Flyr, Tonje Wikstrøm Frislid provengono infatti tutti e tre dalle file della compagnia che fu guidata da Bjørn Kjos. La compagnia aerea conta di raggiungere i 350 dipendenti entro fine anno e vuole accrescere la sua flotta arrivando a circa 25-30 aeromobili Boeing 737-800.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore. Specializzato in trasporto aereo, network di agenzie di viaggi, tecnologia, estero, economia e fiere internazionali.

Guarda altri articoli