Fitur Talent, caccia ai manager del futuro

Fitur Talent, caccia ai manager del futuro
11 Dicembre 07:00 2019 Stampa questo articolo

Un nuovo spazio monografico che mette al centro le persone, il loro talento, le loro abilità e le qualifiche professionali. La fiera internazionale del turismo di Madrid (dal 22 al 26 gennaio 2020) che festeggia i suoi primi 40 anni, inaugurerà Fitur Talent: un grande contenitore dedicato sia ai recruiter delle grandi imprese sia a chi vuole intraprendere una carriera nel turismo.

Tra le adesioni più importanti, spiccano su tutte l’Organizzazione Mondiale del Turismo e il World Travel & Tourism Council. Alla base della scelta degli organizzatori spagnoli c’è l’idea che in un’epoca di grandi cambiamenti, le aziende hanno bisogno di contare su persone preparate che possano interagire con il nuovo turista digitale e avere le conoscenze necessarie per gestire le nuove tecnologie che stanno profondamente influenzando il business turistico (big data & analytics, intelligenza artificiale, chatbots, blockchain, Internet of things).

È cosi dunque che la nuova sezione sta avendo un grande consenso tra le principali aziende e gli enti del settore che comprendono, quindi, la necessità di “acchiappare” i nuovi talenti come asse strategico di competitività nel presente e nel futuro dell’industria turistica globale. Le maggiori compagnie di recruiting ed head hunting hanno iniziato a vedere in Fitur Talent la possibilità di ampliamento della propria attività in un settore così dinamico come il turismo.

A Fitur Talent ci sarà spazio per qualunque tipo di azienda: dalla ristorazione alle agenzie di viaggi, dai portali turistici alle Ota fino ai gds, dalle compagnie aeree alle imprese di trasporto stradale e marittimo, senza contare il turismo Mice, i metamotori, le aziende per il tempo libero, i centri di formazione specializzati, università e scuole di business a livello sia nazionale sia internazionale. Tra le aziende e le organizzazioni che hanno già aderito ci sono Meliá Hotels International e Palladium Hotel Group, la Confederazione spagnola degli alberghi e alloggi turistici, l’Istituto tecnologico alberghiero, le agenzie di recruiting come Turijobs, Th Professional Search, Hsteleo e Linkers.

Per i centri di formazione hanno già aderito, invece, l’Università di Glion e Les Roches Marbella Hospitality Education. Nel programma delle giornate e attività previste per Fitur Talent ci saranno, inoltre, momenti dedicati alla presentazione di dati e report che permetteranno ai partecipanti di approfondire i meccanismi per l’identificazione e lo sviluppo delle abilità, la scoperta e la coltivazione del talento, l’apprendimento continuo e i piani di studi che saranno richiesti nei prossimi anni.

Fitur Talent va ad accrescere l’ampio ventaglio di aree tematiche della fiera di Madrid: negli ultimi anni le novità introdotte sono state l’Osservatorio Fitur Next, piattaforma dedicata alla sostenibilità, Fitur Cinema e Fitur Festival. A queste si aggiungono gli spazi monografici già consolidati, come Fitur Gay (Lgbt+) e Fitur Salute, nonché le sezioni tecnologiche Fiturtechy e Know-How.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore