Fiere, un business da 170 miliardi di euro

Fiere, un business da 170 miliardi di euro
09 maggio 12:49 2019 Stampa questo articolo

Le fiere sono sempre più un business d’alto profilo: secondo una ricerca della Ufi, Global Association of Exhibition Industry, infatti, nel 2018 sono state organizzate oltre 32mila fiere internazionali nei vari settori merceologici, visitate da circa 303 milioni di visitatori per un fatturato complessivo che si è attestato sui 167 miliardi di euro, contemplando spese dirette, posti di lavoro (sono stati generati 3,2 milioni di lavori fissi o temporanei), costi legati alle trasferte e tutto l’indotto generato dalle giornate fieristiche.

Dal monitoraggio del segmento fiere emerge anche una forte crescita degli espositori che sono stati oltre 4,5 milioni. Mentre nella mappatura geografica l’Europa mantiene saldamente la leadership con 112 milioni di visitatori, seguita dal Nordamerica (92 milioni di ingressi) e dall’Asia-Pacifico (82 milioni di visitatori).

Altro aspetto di particolare interesse analizzato dalla ricerca Ufi è l’effettivo business generato dalle fiere con un volume di contrattazioni e vendite che ha superato i 60 miliardi di euro.

Infine, nel ranking dei Paesi con i maggiori volumi di fiere organizzate annualmente, i primi tre posti sono occupati da Usa, con un giro d’affari di 19, 3 miliardi di euro, Cina (12,2 miliardi) e Giappone (4,8 miliardi). L’Italia occupa un onorevole 9° posto con 1,9 miliardi di euro.

I ricercatori dell’Ufi tengono a precisare che il monitoraggio ha interessato esclusivamente le fiere e le esposizioni e non il comparto di congressi e seminari che vengono spesso organizzati a margine dell’evento fieristico.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore