Fico-Trenitalia, maxi accordo per il made in Italy

Fico-Trenitalia, maxi accordo per il made in Italy
20 Ottobre 15:54 2017 Stampa questo articolo

Trenitalia è il vettore ufficiale di Fico, acronimo di Fabbrica Italiana Contadina, il più grande parco agroalimentare del mondo che aprirà i battenti il prossimo 15 novembre a Bologna. L’accordo prevede sconti e promo per i clienti Trenitalia, oltre al servizio di navetta interno al parco con un vettore totalmente elettrico ma targato Frecciarossa 1000.

«Una sinergia di due eccellenze – ha detto l’ad del Gruppo Fs, Renato Mazzoncini – destinata a durare nel tempo e generare benefici alla collettività ed al turismo. Con  questo accordo rafforziamo il brand Italia, unendo due fra i  principali punti di forza del paese, l’eccellenza agro-alimentare e quella nei trasporti ferroviari».

Gli ha fatto eco il fondatore di Eataly e artefice di Fico, Oscar Farinetti: «Abbiamo l’ambizione di raggiungere entro tre anni almeno 6 milioni di visitatori, metà dal mercato italiano (soprattutto giovani e studenti) e tre milioni dai bacini esteri, perché crediamo che Fico possa diventare quello che Disneyworld ha rappresentato per Orlando e per gli Usa, ovvero una attrazione di grande appeal. Ebbene noi che apriamo questo immenso parco, di 100mila metri quadrati, nel paese più bello del mondo, non vogliamo essere da meno».

Nel dettaglio, l’accordo prevede sconti ed agevolazioni per i clienti Trenitalia che visiteranno il parco, come ha poi spiegato Orazio Iacono, amministratore delgato di Trenitalia: «Lanciamo subito la tariffa promo che fino a metà gennaio 2018, permette viaggi da e per Bologna con uno sconto del 30% rispetto al prezzo base di Frecce, Intercity e Intercity Notte. Inoltre, per i gruppi scolastici abbiamo previsto una riduzione del 20% rispetto alla già competitiva tariffa “School Group Italy”. Infine i clienti di Trenitalia potranno beneficiare di sconti del 10 e 20% per tour guidati e altre agevolazioni sono previste per i soci di CartaFreccia in arrivo a Bologna».

L’accordo è completato dalla presenza di un servizio navetta gratuito ed ecologico interno al Parco Fico, contraddistinto con i colori del Frecciarossa 1000, effettuato con trenino elettrico su gomma.

Una intesa su larga scala che si articolerà, come ha sottolineato Tiziana Primori, ad di Fico Eataly World «anche attraverso iniziative promozionali e incontri con gli operatori esteri come l’imminente appuntamento operativo del Wtm di Londra dove Fico sarà presente con uno suo stand e dove verrà organizzato un incontro con operatori stranieri per presentare questa nuova attrazione nell’offerta Italia».

La partnership siglata da Fico è strategica per lo sviluppo di traffico se si considera che Trenitalia vanta un network di 152 Frecce, 228 corse regionali e 180 treni a medio-lunga percorrenza che transitano e sostano a Bologna.

Nel futuro di Eataly – a parte l’apertura a Los Angeles fra due settimane (3 novembre) e nuove aperture previste nel 2018 a Stoccolma, Las Vegas e Toronto – è confermata anche l’inaugurazione di un Eataly nell’ottobre del prossimo anno a Parigi in partnership con Galerie Lafayette.

Sullo sbarco in borsa, invece, Farinetti ha scherzato ipotizzando già dal prossimo anno la quotazione a Milano o a New York, dove Eataly è ormai un brand molto forte. Ma non c’è nulla di certo, se non il fatto che la famiglia Farinetti continuerà a detenere la maggioranza, lasciando un buon 30% nelle mani di altri. L’ennesimo sogno di Oscar Farinetti, infatti, è quello di non distribuire un terzo delle azioni alle banche, ma nelle mani di almeno 10mila famiglie italiane.

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli