Fico Eataly World compie un anno e prepara lo sbarco in Cina

Fico Eataly World compie un anno e prepara lo sbarco in Cina
15 novembre 10:58 2018 Stampa questo articolo

Festa grande per il primo anno di attività di Fico, il grande parco agro-alimentare di Bologna fortemente voluto dal patron di Eataly, Oscar Farinetti. Una location innovativa per l’Italia, che ha fatto segnare una affluenza di circa 2,8 milioni di presenze, il 70% delle quali da fuori Bologna ed il 30% dalla città, con un fatturato complessivo di circa 50 milioni di euro, in linea con il business plan.

E proprio in occasione del primo anniversario del parco sia l’amministratore delegato Tiziana Primori che il presidente di Fondazione Fico, Andrea Segré, non hanno smentito le voci che alcuni Paesi esteri, tra cui la Cina, avrebbero manifestato l’interesse a replicare l’esperienza del parco agro-alimentare nel loro paese sfruttando tutto il know-how che il team di Fico ha messo in pratica in questi mesi.

Un interesse legato anche all’indotto turistico-ricettivo che una simile attrazione garantisce sul territorio: secondo alcune rilevazioni condotte da Nomisma proprio sull’indotto generato da Fico, l’ultima delle quali dei primi di novembre, tra i turisti che hanno visitato il Parco una quota-parte rilevante, circa 600mila persone.  Circa 170 mila persone, pari all’8% del totale dei turisti della città metropolitana, hanno deciso di fermarsi in città proprio in occasione della loro visita a Fico.

Complessivamente, sempre  secondo i dati Nomisma, il parco genera un indotto diretto per la città di Bologna di circa 23 milioni di euro. Lusinghieri, poi, i numeri della sostenibilità ambientale e sociale in quanto sono state circa 150 le aziende che hanno contribuito a realizzare il parco e 100 le imprese eccellenti di tutta Italia, dalla Sicilia al Trentino, che dall’apertura ad oggi operano a Fico hanno contribuito a farlo crescere, generando circa 900 occupati, che arrivano a 3.000 con l’indotto. Ma i numeri di questo primo anno di attività non si fermano qui: sono state 158.000 le persone e 40mila gli studenti che hanno preso parte o prenotato attività per le scuole; di queste, 1.000 persone con esigenze speciali hanno usufruito di tour organizzati per il turismo accessibile. Nel Centro congressi si sono svolte 192 giornate di eventi del mondo dell’imprenditoria e delle istituzioni, che hanno visto la partecipazione di oltre 90 mila visitatori business.

Per festeggiare al meglio il primo anno di vita, il management di Fico ha lanciato alcune stimolanti novità come le tre macro aree dove si svolgono i corsi pratici di cucina Le mani in pasta, i corsi sensoriali Gusta ed i corsi didattici Dietro le quinte; e ancora altre proposte come Nella fattoria dedicata agli ospiti junior e Dentro la fabbrica rivolto ai visitatori che desiderano conoscere come nasce il cibo. Si tratta di tour ed esperienze che vengono vendute anche in pacchetto agli operatori italiani ed esteri.

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli