Fiavet, strage in Sinai non ferma il progetto Piramide

Fiavet, strage in Sinai non ferma il progetto Piramide
27 Novembre 12:54 2017 Stampa questo articolo

Il massacro alla moschea sufi di Rawda nella città di Bir al Abed, nel nord della penisola del Sinai, che è costato la vita a oltre 300 musulmani riuniti per la preghiera del venerdì, non ferma le attività di promozione dell’Egitto in Italia. Destinazione che, proprio nell’ultimo periodo, ha vissuto una fase di forte rilancio. 

«Si andrà avanti come stabilito», dichiara Jacopo De Ria, presidente della Fiavet Nazionale, che solo due settimane fa aveva ufficializzato l’avvio del progetto “Piramide” a sostegno del turismo egiziano.

L’operazione, conferma il numero uno della federazione, proseguirà coinvolgendo 1.000 agenzie di viaggi che riceveranno entro Natale un kit con un totem che richiama una piramide girevole con tre immagini rappresentative. Materiale che gli agenti dovranno utilizzare per realizzare una vetrina dedicata all’Egitto.

Da Fiavet arriva un messaggio di cordoglio, a nome della categoria, «per l’ennesimo vile attacco a civili egiziani».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli