Fenomeno Sardegna, corsa agli slot sull’isola

by Giorgio Maggi | 18 giugno 2019 7:00

Prima la contesa tra Air Italy-Alitalia sui voli in continuità territoriale tra Olbia e gli scali di Milano Linate e Roma Fiumicino. Poi lo sbarco in grande stile nei collegamenti da e per l’isola di easyJet e l’apertura, a Cagliari, della quinta base italiana da parte di Volotea. Mai come quest’estate la Sardegna è stata al centro della contesa tra i principali vettori, low cost comprese, per agevolare la connettività di un’isola che, sono i dati presentati lo scorso ottobre dall’Agenzia per la Coesione Territoriale e da Unioncamere, può vantare un tasso di aumento delle presenze turistiche (+24,4% tra 2012 e 2016) più elevato che nel resto d’Italia (+5,4% nel Mezzogiorno e +5,8% a livello nazionale, sempre nello stesso periodo).

Per quanto riguarda la prossima summer, in particolare, sarà easyJet a trasportare il maggior numero di turisti verso Olbia, arrivando a offrire più di 1 milione di posti nell’arco dell’intero 2019 (+7,6% della capacità rispetto al 2018). In totale, la compagnia opererá 5800 voli verso la Costa Smeralda, con una media di 16 voli al giorno, dopo che in 14 anni di operazioni il numero dei viaggiatori ha quasi toccato quota sei milioni di passeggeri.

Sul fronte degli operativi, l’estate vedrà l’aumento dell’offerta internazionale con il nuovo collegamento bisettimanale per Nantes (il mercoledì e la domenica, dal 26 giugno al 1 settembre), che si va ad aggiungere alla conferma delle tre rotte invernali verso Londra, Berlino e Milano, e di quelle stagionali verso Olanda e Svizzera. Risultato: proprio l’aeroporto di Olbia è tra quelli a livello italiano con il più alto tasso di crescita (+12,7% sulle rotte con l’estero, e +47% sul mercato domestico), dietro solo a Palermo e Napoli, e con numeri superiori a Fiumicino, Malpensa e Linate.

Rimanendo nel nord-ovest dell’isola, però, anche Alghero sta facendo la sua parte. Nella summer saranno una cinquantina le destinazioni servite, tra voli di linea e charter, per un totale di 18 compagnie che collegheranno il “Riviera del Corallo” a diverse destinazioni sul territorio italiano, oltre a Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Inghilterra, Norvegia, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Romania, Serbia, Spagna, Svezia, Svizzera e Ungheria. Otto le new entry della stagione più calda, con l’arrivo di nuovi partner come Lauda (Stoccarda la novità) e la conferma di vettori storici come easyJet e Ryanair (tra Italia ed Europa, la low cost irlandese opererà 17 collegamenti).

Ultima novità, l’inizio delle operazioni di Air Europa, che dal 27 giugno (fino a settembre) collegherà Alghero e Madrid, con la possibilità di sfruttare le coincidenze con l’America Latina.

Spostandosi a sud, l’estate 2019 segnerà anche il record di collegamenti per Cagliari. In tutto, saranno 14 le nuove rotte, per dei numeri che parlano di voli da 22 Paesi, 80 destinazioni totali di cui 60 all’estero e 20 nazionali. Tra le novità – 11 internazionali e tre nazionali – ci sono Budapest, Karlsruhe Baden, Dublino, Porto, Siviglia e Valencia (Ryanair), Dusseldorf (Condor), Milano Malpensa (Air Italy), Mosca (Pobeda), Marsiglia, Palermo, Pescara Praga e Strasburgo (Volotea). Proprio il vettore spagnolo, a Elmas ha aperto la propria quinta base in Italia, grazie al posizionamento di due Airbus A319 con cui sarà possibile volare da e per Cagliari verso sette mete all’estero e otto destinazioni domestiche, per un totale di 15 rotte, dieci esclusive.

Source URL: https://www.lagenziadiviaggi.it/fenomeno-sardegna-corsa-agli-slot-sullisola/