Family tourism, tutti i trend del 2021

Family tourism, tutti i trend del 2021
15 Giugno 07:00 2021 Stampa questo articolo

C’è un target preziosissimo che merita la priorità nelle strategie dei player del turismo: le famiglie, nuclei sempre più allargati, che quest’anno potrebbero tornare a viaggiare in modo più significativo rispetto al 2020. Su di loro valgono due leve: quella psicologica, per rassicurarle in tema sicurezza; quella delle policy commerciali, per cui la flessibilità e i pacchetti assicurazione inclusa faranno la differenza.

E non sarà di certo un’estate all’insegna del digital detox per le famiglie italiane. Anzi, la prospettiva di tornare a vivere una vacanza in libertà e sicurezza impone un ulteriore sforzo dopo i lunghi mesi di restrizioni: la completa trasformazione in famiglia digitale. In crociera come in villaggio, all’aeroporto come durante un’escursione, non basterà solo l’abitudine al distanziamento, la mascherina e il gel igienizzante: imperativo sarà essere iperconnessi, con adulti e più piccoli che saranno alle prese con la tecnologia per ogni aspetto della vacanza.

LEGGI L’APPROFONDIMENTO SPECIALE FAMILY TOURSIM NELL’ULTIMO NUMERO DE L’AGENZIA DI VIAGGI MAGAZINE

Il Green Pass è quasi sempre digitale, il check in si fa online, le attività si prenotano sull’app, così come le mappe sono virtuali e il menù del ristorante (anche buffet) spesso è accessibile tramite Qr Code. Per non parlare di eventuali sistemi di prenotazione (anche del tampone), chatbot di assistenza e app saltafila che aiuteranno il turista a semplificare (forse) la vacanza. Anche l’appuntamento del vaccino sarà una notifica importante sul calendario del cellulare, soprattutto ora che il commissario straordinario all’emergenza, Francesco Figliuolo, ha dato il via libera alla somministrazione delle seconde dosi nei luoghi di villeggiatura. Un’operazione di facciata più che una reale manovra organizzativa in vista della summer.

Si è imposto, poi, il modello della workation: così molti genitori passeranno parte delle loro vacanze tra lavoro e svago spesso utilizzando gli stessi device per l’uno e per l’altro. In sostanza, però, sarà un’estate di successo perché la “fame” di turismo è altissima su tutti i target di viaggiatori.

E se la famiglia italiana ha ormai imparato a essere iperconnessa, dopo i lunghi mesi di lavoro da remoto e di didattica a distanza, è vero pure che tiene in considerazione ancor di più il valore della garanzia, dell’assistenza, della flessibilità e della qualità di un prodotto. Ovvero tutto quello che risponde all’offerta del turismo organizzato e della sua filiera, ma che ora – complice l’incertezza di questi tempi pandemici – si è ancor di più raffinata ed evoluta.

IN CROCIERA TRA SVAGO E RELAX
La crociera si conferma la vacanza adatta a chi viaggia con i bambini. «È sicura e protetta in ogni sua fase grazie ai rigorosi protocolli – ricorda Carlo Schiavon, country manager di Costa Crociere – Il nostro rapporto qualità-prezzo, poi, è competitivo: i bambini e i ragazzi fino ai 18 anni non compiuti viaggiano pagando solo quote di servizio e tasse portuali». E l’offerta? «Totalmente family friendly unendo relax e svago: dall’intrattenimento per i più piccoli ai servizi di baby sitting fino a ristoranti e spazi dedicati alle famiglie. Per questo target, che costituisce al momento circa il 25% delle richieste per l’estate, stiamo registrando un ottimo andamento delle prenotazioni sia sugli itinerari italiani che su quelli che toccheranno anche Francia, Spagna e Grecia. A essere maggiormente richieste sono soprattutto le crociere nel Mediterraneo Occidentale con l’ammiraglia Costa Smeralda. In generale viaggiare in crociera è estremamente semplice per le famiglie: Costa garantisce, infatti, imbarchi da ben 11 porti nazionali».

PIÙ ATTIVITÀ NEI VILLAGGI
Assicurazione, protocolli e attività in struttura: sono questi i trend per i villagi quest’estate. «La polizza da elemento accessorio è diventata parte fondamentale e oltre l’85% dei nostri clienti acquistano un’assicurazione integrativa. Aumentano, poi, le richieste specifiche in merito alle attività e spazi all’aperto all’interno della struttura – sottolinea Gaetano Stea, responsabile prodotto Nicolaus-Valtur – La durata media si allunga rispetto allo scorso anno, arrivando a 9 notti, il ticket medio è stabile sugli 800 euro a persona».

IL RITORNO DELL’OUTGOING
Un’estate limitata a Grecia, Baleari e Canarie, dove però «la pratica media ad oggi coinvolge dai tre ospiti in su: segnale che risponde anche al target famiglie. Ma la speranza è di riaprire Usa, Maldive ed Egitto a partire da agosto». È questa la prospettiva di Alessandro Seghi, direttore commerciale trade di Alpitour, che aggiunge: «Con la promo “Go Vax, Be Flexi” la prenotazione diventa flessibile – con cambio gratuito sui pacchetti con volo charter – per chi deve vaccinarsi quest’estate e non conosce ancora la data della prima o seconda dose».

LEGGI TUTTO LO SPECIALE SULLO SFOGLIABILE ONLINE DI QUESTA SETTIMANA

PIÙ ESPERIENZE SU MISURA
Cambiano anche i tour in città per la famiglia post Covid: «Abbiamo creato pacchetti che uniscono hotel ad attività: il parcheggio e la piscina diventano prodotti fondamentali richiesti dalla famiglia – annuncia Zena Batocchi, global sales manager di Carrani Tours – Mentre le esperienze – dalle degustazioni di gelato fino ai giri in mongolfiera e alle nuove visite al Colosseo studiate ad hoc per i bambini – sono il cuore della vacanza sia per chi sceglie la città sia per chi viaggia nelle località minori».

FASCIATOI E AREA GIOCHI IN TRENO
I viaggi in treno, oltre ad essere una soluzione green, diventano sempre più comodi per le vacanze in famiglia. Db Bahn, per esempio, sui treni che dall’Italia portano in Austria e Germania, prevede in seconda classe delle zone per famiglie (max. gruppi da cinque persone) con scompartimenti per bambini piccoli. Le ferrovie tedesche mettono a disposizione, inoltre, i fasciatoi a bordo, appositi spazi per giocare e menù baby a prezzi ridotti nel vagone ristorante.

IL RITORNO DEL CAMPER
Seconda estate da record per i camper grazie a un mix di privacy, libertà e sicurezza che incentiva le famiglie a scegliere la vacanza su quattroruote. Secondo Meteor Viaggi, una delle imprese leader nel noleggio camper, “circa il 60% di chi noleggia è composto da famiglie di 3-4 persone, con una durata media di viaggio di 10 giorni”. Le mete preferite per il mare sono Puglia, Sardegna e Toscana, in montagna vincono il Lago di Garda e l’Alto Adige.

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore. Specializzato in trasporto aereo, network di agenzie di viaggi, tecnologia, estero, economia e fiere internazionali.

Guarda altri articoli