Famiglie young e figli smanettoni: ci pensa Nicolaus

Famiglie young e figli smanettoni: ci pensa Nicolaus
27 giugno 13:14 2017 Stampa questo articolo

Accanto a Millennial e Generazione Z, c’è anche una fetta importante di clientela costituita dalle giovani famiglie. È su questo target che si concentrano operatori come Nicolaus. «Abbiamo 25 prodotti riconoscibili per l’italian style e il nostro mercato di riferimento è proprio quello delle famiglie ­– spiega il direttore vendite Gaetano Stea – Lavoriamo per intercettare questo target, sempre e comunque tramite le adv che detengono ancora il 90% delle vendite. Da qui la necessità di avere promotori per garantirci la riconoscibilità nella filiera classica».

Forte attenzione, per non dire curiosità, alle modalità della scelta finale del consumer: «Oggi – afferma Stea – non è più solo il capofamiglia a decidere, ma c’è una forte influenza dei figli. Così come ci sono tante famiglie allargate con nonni al seguito. Ecco perché sono aumentate le tipologie di camere, in taluni casi parliamo di stanze per 5-6 persone inclusa la baby sitter. In altre parole ci sono nuovi concetti di famiglia, che hanno indotto i t.o. a diversificare l’approccio al cliente».

E proprio per raggiungere i «figli iperconnessi», dice il direttore vendite di Nicolaus, «stiamo usando moltissimo la comunicazione via social che deve essere accattivante, con un comparto nel nostro settore marketing che si aggiorna continuamente ed è attivo su Instagram e Twitter, per dirne due». Grande attenzione anche alla comunicazione sul web «con un portale B2C, visitato da 10mila persone al giorno, e specularmente con un sito B2B rivolto alle adv dove abbiamo predisposto strumenti di vendita privilegiati.

La forte accelerazione di certe dinamiche ci ha convinto a modulare le nostre proposte seguendo l’andamento del mercato su base giornaliera, con tempistiche che vanno dalla gestione dell’early booking alle vendite sotto data. Abbiamo così investito in tecnologia, scongiurando code telefoniche e lunghe attese per richieste e prenotazioni: la teleprenotazione sta funzionando benissimo».

Ovviamente non mancano gli strumenti tradizionali: «I nostri cataloghi cartacei, Nicolaus Club, Nicolaus Mare e Raro, e un nuovo catalogo emozionale, Fly Apulia, per dare informazioni e dettagli del territorio. Cartaceo e web social sono due binari paralleli». Allo studio, infine, l’utilizzo di app nei villaggi per coinvolgere gli ospiti più giovani con un palinsesto di attività studiato per i ragazzi dai 14 ai 20 anni che contiene proposte stimolanti, dalle attività ludico-didattiche a quelle sportive».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore