Famiglie italiane in viaggio: aumentano spesa e durata media

Famiglie italiane in viaggio: aumentano spesa e durata media
06 Aprile 06:00 2018 Stampa questo articolo

Voglia di viaggi e di vacanze sempre più lunghe e con maggiore capacità di spesa. È questa la radiografia delle famiglie italiane e il turismo realizzata dal portale Bimboinviaggio.com che propone soluzioni alberghiere family friendly. In particolare l’analisi del portale riscontra un incremento delle richieste di  preventivi per 14 notti e settimanali per Sardegna, Puglia, Emilia Romagna e Sicilia e per  la Spagna e l’Austria fuori dall’Italia.

La disamina di Bimbo in Viaggio è corroborata da l’Istat che certifica numeri in crescita, a livello macro: le vacanze lunghe – oltre quattro notti – sono stimate in 32,7 milioni, in sensibile aumento (+9,1%) per il secondo anno consecutivo.

Nel dettaglio le vacanze lunghe estive in Italia si svolgono più frequentemente in Emilia e Puglia (12,4%), mentre il Trentino-Alto Adige è la meta preferita in inverno (14,0%) e in autunno (12,4%).

Nella stagione estiva si concentra il 41,3% dei viaggi e la durata media delle vacanze (8,4 notti) è quasi il doppio di quella degli altri trimestri. Le sole vacanze lunghe durano in media 10,8 notti. Da qui la deduzione dello staff di Bimbo in Viaggio:  le famiglie con bambini prediligono le 4 o 5 regioni più attraenti, senza disdegnare qualche puntata all’estero, Austria Spagna soprattutto.

«È una fake news che le famiglie con bambini al seguito siano sempre alla ricerca di soluzioni low cost – dichiara Chiara Rosati, founder & ceo – Oggi le coppie italiani hanno meno figli di prima e i genitori lavorano entrambi. Il criterio di scelta è la qualità e la certezza che ogni componente della famiglia possa usufruire di svago e relax».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore