Expedia e la formula per una travel experience “senza stress”

Expedia e la formula per una travel experience “senza stress”
15 Novembre 13:16 2019 Stampa questo articolo

La tecnologia può essere un potente alleato di viaggio per combattere lo stress e migliorare i punti deboli. Expedia Group e Magid, un’azienda consulente per le strategie d’impresa, hanno presentato l’Online Travel Friction Index. Si tratta di uno studio che evidenzia come i viaggiatori di oggi cerchino fornitori capaci di offrire esperienze impeccabili e di gestire rapidamente e in maniera efficace qualsiasi problema.

Eliminare gli elementi di disturbo durante l’esperienza di prenotazione di un viaggio implica una profonda conoscenza dei punti deboli del cliente. L’Innovation Lab di Expedia Group testa continuamente nuovi prodotti sfruttando tecnologie avanzate quali l’AI, il machine learning, le tecnologie di riconoscimento facciale e di monitoraggio oculare per capire su quali punti di una pagina web si concentrano i viaggiatori e quali emozioni provano mentre prenotano un viaggio.

Proprio questi test hanno rivelato quali siano i fattori che i viaggiatori ritengono essenziali per un’esperienza di prenotazione facile e senza intoppi: un sito web facilmente consultabile; la varietà e il valore dell’offerta; la capacità di filtrare e ordinare per specifica tipologia di camera; la possibilità di avvalersi di offerte speciali; la possibilità di filtrare rapidamente e ordinare per posizione dell’hotel.

«Expedia mira a collegare il mondo agevolando la scoperta, la ricerca e la prenotazione di voli, hotel, mezzi di trasporto e attività senza stress ed elementi di disturbo di alcun genere – ha affermato Cyril Ranque, presidente del Travel Partners Group di Expedia – La nostra piattaforma incentrata sulla tecnologia vuole essere il punto di riferimento unico a cui i viaggiatori potranno rivolgersi per prenotare comodamente e rapidamente i loro viaggi e per consultare tutte le informazioni necessarie per prendere le decisioni più adatte alle loro esigenze».

Questa settimana, Expedia ha annunciato il lancio di una funzione di assistenza per i viaggi sull’app che avviserà l’hotel se il volo di un ospite ha un ritardo superiore a 8 ore, a prescindere da dove sia stata effettuata la prenotazione. La Ota sta inoltre testando un programma di monitoraggio navette basato su Track My Shuttle. Gli ospiti potranno sapere dove prendere le navette per il loro albergo e come arrivare al punto di prelievo seguendo il percorso in tempo reale su una mappa.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore