Europcar Mobility Group, nasce il polo multibrand dei trasporti

Europcar Mobility Group, nasce il polo multibrand dei trasporti
25 Maggio 16:29 2018 Stampa questo articolo

Europcar Group rinnova nome e brand identity per riflettere la trasformazione e diventa Europcar Mobility Group. Per quasi 70 anni il gruppo è stato leader dell’autonoleggio in Europa e uno dei principali player nel settore della mobilità. Come brand operante nel car rental, Europcar ha integrato i fondamenti della usage e sharing economy all’interno del suo core business – la mobilità – già molto tempo fa. Dal 2014 ha intrapreso la via del cambiamento accelerando la crescita a livello internazionale (ad esempio in Cina), rivolgendosi a nuovi target nel mercato del car rental (come il low cost) e diversificando le attività oltre il business tradizionale dell’autonoleggio.

Da car rental specialist, il Europcar Group è diventato un provider globale di soluzioni di mobilità, offrendo un’ampia gamma di servizi: noleggio auto e furgoni, chauffeur service, car sharing e peertopeer car sharing. «Stiamo assistendo a una rapida evoluzione dei bisogni dei clienti e sappiamo che il possesso dell’auto non è più funzionale per tutti. Inoltre, grazie all’innovazione digitale e alla tecnologia, sono disponibili molte soluzioni smart ed efficienti per spostarsi e questo è ciò che realmente interessa alle persone. In questo contesto, cresce l’esigenza di un player globale di mobilità capace di rendere più agevole la vita delle persone. Siamo convinti di poter ricoprire un ruolo di primo piano in questo mutato ecosistema. Ambiamo a essere ‘Preferred Mobility Service Company’, con soluzioni che siano una valida alternativa all’auto di proprietà. Considerando i nostri punti di forza, network capillare in tutto il mondo e comprovata expertise nella gestione delle flotte, siamo certi che perseguire la nostra mission ci consentirà di creare valore e crescita sostenibili», ha dichiarato Caroline Parot, ceo di Europcar Mobility Group.

Negli ultimi anni la strategia di sviluppo del gruppo si è focalizzata sulle acquisizioni, inclusa Ubeeqo (start up europea specializzata in car sharing) e Brunel (provider di servizi di noleggio auto con conducente). Più di recente ha anche acquisito Scooty (start up di scooter sharing). Europcar Mobility Group ha anche realizzato investimenti di minoranza in Snappcar (secondo car sharing peertopeer a livello internazionale in Europa) e Wanderio (piattaforma multimodale di ricerca e confronto soluzioni di trasporto). Oltre agli investimenti in soluzioni di mobilità, il gruppo continua a consolidare la sua expertise nel rent a car con l’obiettivo di rispondere in maniera puntuale alle esigenze dei clienti, qualunque sia il loro budget. Lo testimoniano l’acquisizione di Goldcar, il leader nel car rental low cost in Europa, e  Buchbinder, uno dei principali player nel noleggio furgoni in Germania.

In questo scenario, con un portfolio di brand ampio e diversificato, il nuovo nome Europcar Mobility Group è stato scelto come perfetta espressione degli obiettivi. «Volevamo un nome che sottolineasse il processo di trasformazione e il futuro sviluppo, sfruttando la nostra posizione di leader nel car rental. Europcar Mobility Group ci consentirà di capitalizzare sul brand Europcar e getta le basi per future acquisizioni legate alla mobilità. Vogliamo anche innestare all’interno dell’azienda un nuovo modo di pensare, ovvero che i nostri collaboratori si sentano parte di un più ampio gruppo, il cui posizionamento futuro è ben definito” – ha aggiunto Caroline Parot. In quanto parte di Europcar Mobility Group, ogni brand commerciale ne uscirà rafforzato, con una specifico territorio d’espressione che aumenterà l’engagement dei propri clienti. Il nome del gruppo non sostituirà il nome del brand Europcar né di nessun altro dei brand commerciali.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore