Eurochocolate, dal 18 ottobre a Perugia l’evento più goloso dell’anno

Eurochocolate, dal 18 ottobre a Perugia l’evento più goloso dell’anno
01 Ottobre 07:00 2019 Stampa questo articolo

Dal 18 al 27 ottobre, il centro storico di Perugia si prepara a ospitare la 26° edizione di Eurochocolate, il festival dedicato al cioccolato più famoso d’Europa. Quest’anno la kermesse è dedicata a un oggetto di uso comune: il bottone. Attraverso il claim #attaccabottone, prenderanno vita, appunto, bottoni di cioccolato colorato, marmorizzato, al latte, gianduia, al cioccolato bianco e fondente che andranno ad arricchire la vasta gamma di prodotti che comprendono bottoni di varie forme e dimensioni che vanno dai 4 ai 350 grammi del Maxi Bottone.

Una settimana di eventi con Bottonarte, un originale percorso creativo alla scoperta del bottone come oggetto quotidiano ma anche come elemento d’espressione artistica. In mostra circa seicento bottoni d’ogni genere realizzati nei modi e con i materiali più disparati come il gres porcellanato o la stampa digitale, grazie alla mostra Buttons, in collaborazione con Museo del bottone di Santarcangelo di Romagna. Ma l’intrattenimento ad Eurochocolate sarà anche Cioccolata con l’Autore: incontri con scrittori italiani e stranieri accompagnati da cioccolata calda in tazza ad omaggiare tutti i partecipanti.

Ai bambini è dedicata La stanza dei bottoni, sede di laboratori, attività didattiche e riuso creativo rivolti ai piccoli grandi protagonisti dell’edizione 2019 insieme alle loro famiglie. Inoltre, cooking show con maestri cioccolatieri che sveleranno tutti i segreti del cibo degli Dei: dalle praline di cioccolato alla pittura con l’aerografo in pasticceria fino alle ricette e ai segreti per la creazione di dolci bontà al cioccolato.

Imperdibile il tradizionale appuntamento con le Sculture di Cioccolato firmate Barry Callebaut. In programma Domenica 20 Ottobre, l’esibizione live di veri e propri scultori, trasformerà i maxi blocchi di cioccolato di circa un metro cubo ciascuno in altrettante opere d’arte rigorosamente a tema. I blocchi sono realizzati con cioccolato “Dolphin”  prodotto nello stabilimento di San Sisto, a pochi chilometri dal centro storico di Perugia.

Il tema dei bottoni porta con sé usanze e costumi diversi in ogni Paese del mondo fino a toccare la sfera sentimentale, come in Giappone dove Eurochocolate è approdato lo scorso febbraio per la prima edizione di Eurochocolate Osaka. Qui, il secondo bottone dall’alto della parte superiore dell’uniforme degli studenti (il gakuran) viene donato – come una vera dichiarazione d’amore – il giorno della consegna dei diplomi dallo studente alla ragazza della quale è innamorato.

Ad anticipare la kermesse il Choco Day del 12 ottobre, giorno della scoperta dell’America e anche, fatalmente, della scoperta del cacao. Un sito dedicato ed una serie di iniziative in tutta Italia per promuovere il cioccolato ed iniziare a pregustare i giorni dell’Eurochocolate. Infine, giovedì 24 ottobre serata di gala con gli Eurochocolate Awards: i migliori ingegni del cioccolato saranno premiati per il loro impegno.

Per tutti i giorni dell’Eurochocolate sarà aperto il gran bazar del cioccolato, un vero punto di aggregazione golosa: Piazza IV Novembre, Corso Vannucci, Piazza Italia, Largo Libertà, Giardini Carducci, Piazza Matteotti, Via Fani e Via Mazzini ospiteranno tutti i giorni, dalle 9 alle 20, gli stand del più grande e assortito emporio del cioccolato con oltre 6mila referenze di prodotti presentati da più di cento firme del settore.

E per riposarsi dopo aver fatto incetta di cioccolato, a pochi passi da Perugia ci sono:

Il Borgo Di Carpiano, immerso nelle verdi colline di Gubbio che ospita anche il Castello Di Petroia, un complesso di edifici medievali racchiusi entro una cinta muraria. A Sellano (Pg), il Castello Di Postignano, 17 vere e proprie case, una diversa dall’altra, trasformate in suites. Il Baio Relais & Natural Spa a Spoleto (Pg), l’Antico Forziere immerso nella campagna umbra di Deruta (Pg) e la Tenuta Di Canonica di Todi (Pg), un’antica torre medioevale tra la storica cittadella di Todi, la valle del Tevere ed il lago di Corbara.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore