Etoa, focus sulla Cina con Europe Asia Global Link Exhibitions e due fiere

Etoa, focus sulla Cina con Europe Asia Global Link Exhibitions e due fiere
23 Febbraio 12:26 2018 Stampa questo articolo

Focus sul mercato cinese per Etoa, l’associazione che riunisce a livello europeo tour operator e fornitori di servizi del travel, che ha siglato un accordo con Europe Asia Global Link Exhibitions (Eagle), joint venture recentemente costituita da Italian Exhibition Group e Vnu Exhibitions Asia.

La collaborazione prevede una serie di attività promozionali e incentivi speciali che consentiranno ai membri di Etoa di esplorare e cogliere maggiori opportunità commerciali nel mercato turistico cinese. Eagle, in particolare, società con sede a Shanghai, è l’organizzatore di due fiere del turismo in Cina, Shanghai World Travel Fair, la cui 15ª edizione è in calendario dal 24 al 27 maggio, e Travel Trade Market, il cui debutto è previsto dal 5 al 7 settembre a Chengdu, Sichuan.

«Siamo entusiasti di unire le nostre forze a quelle di Etoa per costruire nuove piattaforme in grado di ridurre le distanze con i mercati di Cina ed Estremo Oriente, e di offrire ai professionisti europei del turismo un accesso diretto alle attività commerciali in tali regioni», ha affermato Corrado Facco, direttore generale di Italian Exhibition Group e presidente di Eagle.

David Zhong, presidente di Vnu Exhibitions Asia e Vice Presidente di Eagle ha aggiunto: «Con oltre 10 milioni di turisti cinesi che ogni anno visitano l’Europa e numeri in crescita, questo tipo di collaborazioni rivestono un ruolo di fondamentale importanza nell’attuale panorama dinamico e in rapida evoluzione. In particolare, la nuova fiera che sarà lanciata a Chengdu offrirà ai membri dell’Etoa l’opportunità di rispondere alle esigenze delle città della Cina centrale e occidentale, dove la domanda di servizi turistici non fa che crescere».

«Etoa prende parte a progetti finanziati dall’Ue, quali World Bridge Tourism e Partnerships in European Tourism. Si tratta di iniziative volte a sostenere le imprese interessate a espandere le proprie attività nel mercato cinese. Siamo lieti di dare seguito a tale impegno promuovendo i rapporti commerciali tra Cina ed Europa. Auspichiamo che tale collaborazione consenta ai nostri membri di stringere solidi rapporti con il settore turistico cinese, e di incrementare le attività commerciali in Cina ed in Estremo Oriente», ha detto Tom Jenkins, ceo dell’associazione.

Entrando nello specifico degli eventi, allo Shanghai World Travel Fair sono attesi oltre 500 espositori internazionali e più di 13 mila i visitatori commerciali e i buyer, provenienti in prevalenza dalla Cina orientale. Si tratta di un evento B2B e B2C con un focus sulla crescente domanda di turismo outbound espressa dalla Cina. Mentre il Travel Trade Market, che aprirà le porte per la prima volta nello Sichuan, è invece un evento B2B dedicato al turismo cinese inbound e outbound. L’evento offre agli espositori internazionali la possibilità di incontrare buyer qualificati del settore turistico delle città di seconda e terza fascia ubicate nelle regioni centrali e occidentali della Cina, e nel contempo riunisce le destinazioni cinesi e gli operatori del turismo inbound con buyer provenienti da tutto il mondo.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore