Ergo, Panetta: «Così supportiamo agenzie e t.o.»

Ergo, Panetta: «Così supportiamo agenzie e t.o.»
08 Maggio 06:45 2020 Stampa questo articolo

Concretezza. È quanto vuole Daniela Panetta, direttore commerciale di Ergo, per i suoi clienti, oggi a lavoro h24 per ripristinare quanto più possibile la normalità e guardare al futuro con un occhio di riguardo per le agenzie di viaggi e i tour operator, sicuramente tra i soggetti più lesi dell’economia nazionale per via dell’emergenza sanitaria.

Avete comunicato lo sconto della Rc Professionale. Quanto aiuta questa misura?
«Di belle parole se ne dicono tante, ma di fatti concreti se ne vedono davvero pochi. Il nostro intento è quello di aggiungere ulteriore concretezza alle nostre operazioni, nell’ultimo periodo fatto di cancellazioni e riprotezioni. In molti ci hanno chiesto di spostare in avanti in termini di pagamento della Rc, che come è noto è annuale. Spostarla cambiava poco gli equilibri; ridurne il premio fa la differenza».

Come funziona?
«Tutte le polizze Rc rinnovate o sottoscritte ex novo dal 1° maggio beneficiano di uno sconto pari a un mese in omaggio sui 12 assicurati. Questa scelta esprime la volontà di essere vicini a operatori e agenzie in modo efficace, tangibile, e si configura come un vantaggio per il loro budget, non come un servizio erogato. Con questa promozione vogliamo manifestare la nostra vocazione di partner concretamente presente».

Anche perché, nel complesso, sembra un gesto economico oneroso…
«Sì, assolutamente. È un gesto importante a livello economico. E aggiungo, vale anche per chi è in scadenza con un’altra compagnia: i nuovi clienti, infatti, beneficeranno anche loro per il primo anno di contratto di questo sconto, la cui ratio è dare una mano considerando che la maggior parte delle Rc scadono a dicembre, e alla fine di un anno del genere non è male avere una rata più leggera».

Che lavoro state facendo sul prodotto?
«Lavoravo alla revisione dei prodotti dedicati al trade già da prima dell’emergenza. Ora, nonostante un conseguente rallentamento per dare spazio alle priorità del momento, sono a un ottimo punto e, comprendendo ovviamente tutto il discorso Covid ormai imprescindibile, l’obiettivo è quello di semplificare l’offerta, rendendola il più possibile efficace».

E sulla ripartenza? È ottimista?
«Sull’Italia sì, credo che con mare e montagna si riparte. Nel nostro portafoglio abbiamo diverse strutture e realtà ricettive e riscontriamo già movimento. Sul fronte del trasporto aereo vedo più incertezze, ma nel nostro Paese ci sono diverse alternative percorribili».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giulia Di Camillo
Giulia Di Camillo

Guarda altri articoli