Enit, Christillin a Montecitorio: «Spese ridotte a un decimo»

Enit, Christillin a Montecitorio: «Spese ridotte a un decimo»
01 marzo 16:02 2017 Stampa questo articolo

L’Enit funziona, si è digitalizzata e risparmia: questa in sintesi la relazione del presidente dell’Agenzia Evelina Christillin nell’audizione alla Commissione Attività produttive della Camera.

«Stiamo investendo quasi un decimo di quello che si spendeva prima – ha detto Christillin – con sostanziosi risparmi sulle retribuzioni dei dirigenti. Buona parte del nostro lavoro è stato riversato sul digitale, ma senza tralasciare forme di comunicazione tradizionale».

Il presidente ha poi evidenziato altre mosse strategiche, come la razionalizzazione della partecipazione alle fiere: «Abbiamo rimodulato la nostra presenza agli eventi fieristici, che in passato era a pioggia. Adesso ci stiamo concentrando su sette fiere principali con una presenza articolata, come al Wtm di Londra, dove – finalmente – in uno stand bello e attrattivo erano presenti quasi tutte le regioni. E a Berlino e Mosca andrà ancora meglio».

Christillin ha illustrato anche i nuovi accordi in essere e in divenire, come le intese con la società dei siti Unesco, con l’Associazione Borghi più belli d’Italia, la partnership con Fico Eataly, che verrà presentata alla Itb di Berlino. E ancora, l’intesa la piattaforma cinese Alibaba e l’accordo con Agis per la promozione di festival musicali.

È stata anticipata, infine, un’importante operazione che con Fca, l’ex Fiat, per la promozione del marchio italiano delle auto.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli