Enac scrive all’Ue: “Un regolamento comune su vettori e bagagli a bordo”

Enac scrive all’Ue: “Un regolamento comune su vettori e bagagli a bordo”
22 novembre 11:54 2018 Stampa questo articolo

Dopo le note vicende che hanno interessato Ryanair e Wizz Air e le loro decisioni, quasi sempre unilaterali, di adottare proprie regole sugli extra da integrare al biglietto aereo, l’Enac e gli enti per l’aviazione civile di altri Paesi europei hanno chiesto alla Commissione europea di elaborare un regolamento che obblighi le compagnie aeree a includere nel prezzo del biglietto alcuni servizi minimi.

Approfondimento: Scontro Ryanair-Antitrust sulla policy bagagli

Nella richiesta di Enac è stata in particolare evidenziata la necessità di comprendere nel prezzo anche il trasporto del bagaglio a mano e del bagaglio da stiva e di assicurare una determinata larghezza delle poltrone ed un certo spazio minimo tra i sedili nonché, nel caso di passeggeri minori o con mobilità ridotta, di assegnare obbligatoriamente e a titolo gratuito, posti adiacenti al passeggero stesso e al suo accompagnatore. Ora la palla passa a Bruxelles che non ha ancora fornito commenti in merito.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli