Egitto verso il protocollo d’intesa con il Mibact

16 ottobre 12:18 2017 Stampa questo articolo

L’Egitto e il ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo italiano, guidato da Dario Franceschini, firmeranno un protocollo d’intesa per promuovere il turismo verso il Paese delle piramidi. L’obiettivo del documento, attualmente in preparazione, è rivitalizzare la destinazione, incrementando i flussi dall’Italia. È lo stesso ministro del Turismo egiziano, Yahiya Rashid, a confermare la notizia: «La ratifica dovrebbe avvenire entro la fine del mese di ottobre, al momento posso dire che comprenderà molti aspetti, anche tecnici, per la promozione e per rafforzare gli scambi turistici tra i due Paesi». 
L’intento è, in particolare, quello di aumentare i flussi su Luxor, Assuan e le crociere sul Nilo, ma anche incrementare gli arrivi su Sharm-el-Sheikh. «È di grande importanza anche il riconoscimento da parte di Papa Francesco dell’itinerario della Sacra Famiglia in Egitto come pellegrinaggio cristiano ufficiale», ha aggiunto il ministro.

IMPEGNO DELL’AMBASCIATORE. Della folta delegazione egiziana a Ttg Incontri ha fatto parte per la prima volta anche l’Ambasciatore arrivato a Roma a metà settembre, Hisham Badr, che sta seguendo le procedure preliminari alla firma del memorandum. «Al momento – ha detto – il documento è in fase di definizione da parte del Mibact, ma pensiamo possa essere sul modello di quello già firmato con altri Paesi, come per esempio la Tunisia. Da settemila anni l’Egitto accoglie i popoli, l’ospitalità fa parte delle nostra cultura. Per questo mi impegnerò in prima persona sul fronte turistico, che è una priorità assoluta».

PIU’ VOLI DIRETTI. 
Intanto, segnali di ripresa arrivano dai dati positivi dell’ultima stagione annunciati dal direttore dell’ente del turismo, Emad Abdalla: «Nei primi otto mesi dell’anno, fino ad agosto, abbiamo registrato 160mila arrivi dall’Italia, praticamente il 100% in più rispetto allo stesso periodo del 2016. Ma per la fine dell’anno prevediamo di totalizzare complessivamente 280-300mila passeggeri». 
Turisti che potranno volare in Egitto anche con i nuovi voli diretti di Cairo Air, compagnia del gruppo Egypt Air, che dal 29 ottobre collegherà ogni domenica Milano Malpensa con Sharm-el-Sheikh e dal 3 dicembre anche con Marsa Alam.

FIDUCIA DAL TRADE. Fiducia sul fronte del tour operating, con Turisanda che ha lanciato un nuovo catalogo di 84 pagine dedicato all’Egitto, mentre Quirino Falessi, commercial manager di Tui Italia, non ha mai smesso di credere nella destinazione e commenta con ottimismo i segnali di ripresa: «Marsa Alam sta andando bene, non abbiamo mai smesso di programmarlo con il nostro charter e riusciamo a riempire il Shoni Bay di nostra gestione. Ma sta recuperando anche Sharm dove abbiamo una struttura in esclusiva».
Sul fronte della distribuzione, continua l’operazione Egitto di Fiavet con il presidente Jacopo De Ria e la sua vice Ivana Jelenic, in prima fila per il rilancio della destinazione dallo scorso agosto, quando una delegazione della federazione incontrò il ministro al Cairo.

OFFICIAL TOURISM PARTNER DELL’AS ROMA. Nel frattempo, di ritorno dalla fiera di Rimini, è stata annunciata una grossa mossa promozionale con l’Egitto diventato Official Tourism Partner dell’AS Roma: una collaborazione avviata con il fischio di inizio, lo scorso 14 ottobre, della partita contro il Napoli all’Olimpico. La partnership stagionale prenderà forma, in prima battuta, sui led pubblicitari a bordo campo. «Un connubio – commenta il direttore dell’ente Abdalla – reso ancora più forte dalla presenza nella squadra di Stephan El Shaarawy, talento italiano di origini egiziane soprannominato il Faraone, e dal grande interesse che la Roma suscita in Egitto, dove sono sempre di più i tifosi della Magica».

L'Autore

Maria Grazia Casella
Maria Grazia Casella

Guarda altri articoli