Egitto, tutti gli aggiornamenti e le procedure per i turisti

Egitto, tutti gli aggiornamenti e le procedure per i turisti
10 Settembre 13:36 2020 Stampa questo articolo

L’Egitto amplia pian piano l’offerta per i turisti internazionali. Ecco quali sono state le tappe principali e quali sono gli aggiornamenti e le novità per il futuro.

Il 18 giugno 2020, il World Travel and Tourism Council ha concesso all’Egitto il timbro di viaggio sicuro, creato appositamente e che ha consentito ai viaggiatori e operatori del turismo di riconoscere le autorità e aziende delle destinazioni di tutto il mondo che hanno implementato i protocolli di igiene e salute in linea con quelli del Wttc.

ll 27 giugno l’Egitto ha iniziato a riaprire gradualmente i ristoranti turistici che hanno ha ottenuto il “Certificato di Sicurezza Igienica” con un tasso di occupazione massimo del 25% e con chiusura alle 22.

Dal 1° luglio musei e siti archeologici hanno riaperto dopo essere stati chiusi dal 23 marzo. Il 25 luglio è stato aumentato il tasso di occupazione dei ristoranti turistici al 50% con chiusura a mezzanotte.

Il turismo culturale in Egitto è ripreso a partire dal 1° settembre. Gli aeroporti di Hurghada e Sharm El Sheikh hanno ricevuto durante l’estate turisti da Ucraina, Bielorussia, Ungheria, Serbia, Svizzera, Polonia, Romania e Londra.

MISURE PRECAUZIONALI. Dal 1° settembre, tutti i viaggiatori che arrivano in Egitto devono presentare un certificato con risultato negativo del test Pcr per Covid-19, eseguito nel Paese di origine entro al massimo 72 ore prima della data di viaggio.

Solo i viaggiatori in arrivo negli aeroporti internazionali di Sharm El Sheikh, Taba, Hurghada e Marsa Alam che non hanno con se un certificato con risultato negativo del test Pcr possono fare il test all’arrivo in uno dei quattro sopraindicati aeroporti (i test sono condotti da rappresentanti del ministero egiziano della Salute e della Popolazione al costo di 30 dollari o dell’equivalente in altre valute.

I viaggiatori possono lasciare l’aeroporto immediatamente dopo aver eseguito il test e recarsi nell’hotel prenotato. Gli hotel metteranno in quarantena gli ospiti che risulteranno positivi in stanze separate, coprendo le spese di vitto e alloggio fino alla loro partenza.

CROCIERE SUL NILO. Prima dell’inizio di ottobre 2020 non è permesso effettuare crociere sul Nilo.

SAFARI NEL DESERTO. Con il 50% della capacità totale, è possibile prendere parte a safari nel deserto. A condizione che ci sia una regolare disinfezione dei veicoli utilizzati e di tutti i punti di contatto, che vengano forniti dispositivi di protezione personale a clienti e personale, che sia garantito un distanziamento sicuro. Clienti e personale devono indossare le mascherine. Sono consentite solo bevande in lattina e pasti preconfezionati negli stabilimenti che hanno acquisito il “Certificato di sicurezza igienica”.

ATTIVITÀ CULTURALI. Tutti i tipi di attività turistiche legate al turismo culturale (mongolfiere, feluche, barche a vela ecc.) opereranno con un massimo del 50% della loro capacità totale e rispetteranno le norme di sicurezza e igiene in materia di personale, disinfezione e distanziamento sicuro.

REGOLAMENTO PER SITI E MUSEI ARCHEOLOGICI. Tutti i musei e siti archeologici aperti ai visitatori possono ricevere egiziani e turisti dal 1° settembre. I punti di contatto e i pavimenti nei musei e nei centri visitatori dei siti archeologici sono disinfettati tutti i giorni prima dell’orario di apertura. I gruppi turistici non devono superare le 25 unità. Le guide devono indossare mascherine e utilizzare apparecchiature audio all’interno dei musei; gli auricolari vengono sterilizzati dopo ogni utilizzo. Le compagnie turistiche devono fornire mascherine a turisti e conducenti. La temperatura dei dipendenti viene controllata quotidianamente (e dei visitatori prima di entrare nei musei e nei siti archeologici coperti). Viene mantenuta una distanza fisica sicura di almeno 1 metro. Il numero massimo di visitatori ammessi all’interno di musei e siti archeologici al coperto è: 100 visitatori all’ora in tutti i musei (200 visitatori nel Museo Egizio di Tahrir); 10-15 visitatori all’interno di qualsiasi piramide o tomba (a seconda delle sue dimensioni). I viaggi di scuole, università e organizzazioni governative devono essere comunicati preventivamente ai siti archeologici  e musei almeno 48 ore prima della visita programmata, con non più di 15 persone per viaggio e per un massimo di 5 viaggi al giorno.

INCENTIVI PER GLI OPERATORI. Gli addetti ai lavori potranno informare i viaggiatori che l’Egitto ha predisposto uno sconto del 50% sui prezzi dei biglietti d’ingresso (simile allo sconto studenti) di musei e siti archeologici a Qena, Luxor e governatorati di Assuan nei mesi di giugno, luglio e agosto di ogni anno (per quest’anno con una proroga eccezionale fino al 31 ottobre. Inoltre, l’aumento dei prezzi dei biglietti d’ingresso a musei e siti archeologici (che era previsto per novembre 2020) è stato rinviato al 1° maggio 2021.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore