Dubai si reinventa destinazione “cheap & chic”

Dubai si reinventa destinazione “cheap & chic”
07 Agosto 08:28 2019 Stampa questo articolo

La capitale degli Emirati cerca di scucirsi di dosso il marchio di città del lusso sfrenato e, per attirare una nuova forma di turismo, ha visto crescere negli ultimi anni il numero di hotel a 3 e 4 stelle.

Un esempio sono i Rove Hotels di Emaar Hospitality Group, punti di riferimento per tutti i turisti in cerca di un design moderno, giovane e divertente a prezzi contenuti. Ciò che rende questi hotel così apprezzati è soprattutto la loro attenzione alla funzionalità: lavanderie fai-da-te, armadietti per i bagagli, un supermercato aperto 24 ore su 24 e stazioni di check-in self-service.

Un altro trucco per soggiornare in hotel alla moda spendendo poco è cercare strutture nei vivaci quartieri di Al Mankhool, Bur Dubai, Deira o Al Barsha. Se si è alla ricerca di souvenir insoliti e a basso costo, bisogna recarsi nella zona di Al Satwa. Il Ripe Food and Craft Market, mercato che si tiene ogni venerdì, è il luogo ideale per combinare shopping e relax godendosi spettacoli musicali gratuiti.

Mentre il Global Village permette ai visitatori di esplorare diversi paesi del mondo in poche ore: qui si possono trovare il Big Ben di Londra, la torre pendente di Pisa, il Taj Mahal e le Piramidi egiziane. Oltre 75 paesi mettono in mostra l’artigianato tradizionale e la propria cucina locale in uno spazio di  30 padiglioni, aperti dal 29 ottobre 2019 al 4 aprile 2020.

Ma Dubai è nota in tutto il pianeta anche per la spettacolare architettura e i lavori di ingegneria. A Downtown è possibile ammirare l’edificio più alto del mondo, il Burj Khalifa, gratuitamente sostando ai suoi piedi, e ammirare lo spettacolare show delle Dubai Fountais (le fotane danzanti più grandi al mondo) che si tiene tutti i giorni ogni 30 minuti a partire dalle 18:00.

Situato sul lungomare di Jaddaf, il Jameel Arts Centre è un altro elemento che si aggiunge e arricchisce la scena artistica contemporanea cittadina. È dotato di molteplici spazi che ospitano gallerie, una biblioteca di ricerca, un ristorante e una terrazza panoramica.

Alserkal Avenue,  situata nella zona industriale di Al Quoz, rappresenta il principale centro artistico e culturale della regione. Quella che un tempo era un’enorme fabbrica di marmo è stata trasformata in una rete di magazzini che ospitano spazi creativi, gallerie contemporanee, un museo privato e persino una fabbrica di cioccolato locale.

Per una passeggiata con uno dei migliori panorami sulla città, il Dubai Water Canal offre un posto in prima fila sullo skyline in continua evoluzione di Dubai. Una delle zone più spettacolari del canale è la cascata illuminata che sgorga dal ponte di Sheikh Zayed Road.

Dubai ospita anche diverse spiagge pubbliche e destinazioni fronte mare. Una è Kite Beach, spiaggia perfetta per praticare kite surf e diversi sport acquatici. La Mer, di recente apertura, comprende zone distinte tra cui la spiaggia, un centro ricreativo e di intrattenimento, una vasta gamma di caffetterie e ristoranti e un parco acquatico, il Laguna Waterpark.

Altri nuovi quartieri perfetti per una passeggiata sono: Al Seef, che ospita hotel, negozi, ristoranti e fonde l’archittettura antica in stile arabo con edifici di stile più contemporaneo; Bluewaters Island, vanta 200 punti vendita al dettaglio e ristoranti con viste impareggiabili sul Golfo Persico. Situato al largo del quartiere JBR (Jumeirah Beach Residences), Bluewaters ospita anche Ain Dubai, la più grande ruota panoramica del mondo, che si erge al centro dell’isola: The Pointe, nuova destinazione sul lungomare di Palm Jumeirah, che offre una spettacolare vista sull’Atlantis The Palm. L’area ospita negozi, ristoranti e una vivace spiaggia.

Inoltre, è presente una grandissima varietà di ristoranti per tutte le tasche come il leggendario Ravi in Al Satwa Street, uno dei ristoranti più antichi della città che serve deliziosi piatti pakistani a meno di 7 euro; l’Al Reef Bakery, famoso panificio libanese che serve alcuni dei migliori manakeesh in città per meno di 2,50 euro. Per chi è alla ricerca del miglior pesce, Bu Qtair è il posto giusto. Situato all’ombra dell’iconico Burj Al Arab dagli anni ’80, questa bancarella è aperta sia a pranzo che a cena e serve solo il pescato fresco del giorno.

Grazie al Dubai Pass è possibile sperimentare il più possibile le attività da poter fare in città a prezzi favorevoli. Questa carta prepagata all-inclusive garantisce l’accesso e la scelta tra 33 attrazioni principali in modo facile e veloce. Collegato al Dubai Pass, lo Stopover Pass, recentemente introdotto per i visitatori che possono sostare in città solo per poche ore, consente di risparmiare tempo e denaro poiché combina le attrazioni più iconiche della città e tour in un unico pass. I turisti in sosta possono scegliere tra due, tre o quattro attrazioni da poter visitare in 36 ore.

I passeggeri Emirates possono approfittare al massimo delle loro vacanze a Dubai quest’estate con il My Emirates Pass, con offerte esclusive in oltre 500 punti vendita e attrazioni. Mostrando semplicemente la propria carta d’imbarco Emirates, si può risparmiare fino al 50% sui biglietti per lo spettacolo La Perle, ottenere il 50% di sconto presso la Spa dell’Address Boulevard, il 40% di sconto sui ristoranti del Park Hyatt, acquistare un biglietto e ottenere il secondo gratuitamente per l’ingresso al Dubai Dolphinarium, avere uno sconto del 20% sui biglietti per il parco tematico di Dubai Parts & Resorts.

Infine, per spostarsi in città, la Dubai Metro e il Dubai Tram sono sistemi completamente automatizzati che collegano punti strategici in modo facile e economico. Grazie a questa rete di trasporti è facilissimo visitare il Dubai Mall, Dubai Marina, il Deira Gold Souk, il Distretto Finanziario di Dubai (DIFC), Palm Jumeirah, Jumeirah Lakes Towers e molto altro.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore