Donne nel turismo, a Paola Casagrande il premio “Cristina Ambrosini”

by Maria Grazia Casella | 21 Settembre 2017 11:59

Il futuro del turismo è sempre più rosa. A sancirlo è l’Associazione nazionale Donne nel Turismo, guidata dalla presidente Caterina Fioritti, che riunisce manager, albergatrici, imprenditrici turistiche e ha celebrato il suo 25° anniversario con un incontro a Torino sul “Ruolo di donne e giovani nel turismo italiano verso il 2028. Dove va il turismo nei prossimi 10 anni.”

A tentare di rispondere all’intrigante quesito da 1.235 milioni di arrivi a livello mondiale nel 2016, si è cimentata Paola Casagrande, direttore Cultura, Turismo e Sport della Regione Piemonte, insignita nel corso dell’evento del Premio Donna DnT “Cristina Ambrosini” 2017 che l’associazione, che l’ha vista socia fondatrice e prima presidente, ha intitolato al già direttore della nostra testata, scomparsa due anni fa.

Casagrande è stata premiata “per la grande passione che ha messo nell’espletamento della propria professione legata al mondo del turismo. Per la professionalità con cui ha saputo lavorare in un settore in espansione e per aver fatto crescere con competenza e qualità un settore che sta diventando trainante nell’economia piemontese e italiana”. Un altro Premio DnT “Fulvio Rogolino” è invece andato a Davide Bogliacino, ex-funzionario del Comune di Torino ora in pensione.

Cosa dobbiamo dunque aspettarci nel futuro prossimo venturo del settore turistico? «Premesso che ogni previsione è comunque azzardata – ha esordito Casagrande presentando la ricerca – visto le moltissime variabili in campo, dalle vicende geopolitiche che stravolgono la geografia del turismo, al clima, alla nascita di nuove destinazioni, di sicuro avranno un ruolo determinante i progressi della tecnologia». È prevedibile quindi che le nostre vite saranno sempre più digitali, grazie anche alla progressiva miniaturizzazione dei dispositivi, all’intelligenza digitale, la realtà virtuale e i trasporti di nuova generazione, come le auto con guida autonoma, i treni alla velocità del suono e i concept plane. I grandi trend riguarderanno i dispositivi in grado di capire e anticipare le nostre preferenze (agente di viaggi personale); il bleisure; i cacciatori di offerte speciali.

Al forte balzo in avanti della tecnologia farà da contrappeso una maggiore ricerca dell’esperienza autentica, l’ecosostenibilità, il ritorno alla natura e i soggiorni offline, la voglia di uno stile di vita più sano e attivo che porta anche a sentirsi più giovani.

Cosa dovrebbero fare, quindi, gli operatori del turismo per intercettare una domanda sempre più segmentata? La parola d’ordine è connessione, che si traduce nel tenersi al passo con le (sempre) nuove tecnologie, poi offrire delle esperienze uniche e autentiche, l’individualizzazione dell’offerta con attenzione a cibo, natura, benessere e cultura.

L’obiettivo è quindi «crescere con sostenibilità», come ha sottolineato nel suo intervento anche Antonella Parigi, assessore al Turismo della Regione Piemonte: «Il futuro si connota per andare avanti fortissimo con la tecnologia e indietro fortissimo con la natura, verso un’accoglienza di tipo sartoriale».

Intanto il Piemonte nel 2016 ha superato i 14 milioni di pernottamenti (+2,41% sul 2015) con oltre il 60 dei flussi turistici concentrati nei mesi estivi e una prevalenza di presenze dall’Italia (58%), seguita da Germania, primo mercato estero che vale circa il 23% del totale, Francia, Benelux e Regno Unito. Tra i mercati extra-europei, rilevante è la Cina con +55% di presenze. L’occupazione in alberghi e altre strutture ricettive è passata da 11.100 addetti nel 2015 a 13.200 nel 2016, mentre in agenzie e tour operator la variazione è stata da 5.500 a 5.800 unità. Su un totale di 97.087 occupati nel settore turistico regionale, le circa 57mila donne prevalgono nettamente su quasi 40mila colleghi maschi. Un’ulteriore conferma di quanto le pari opportunità siano determinanti nel settore turistico e lo saranno sempre più con l’aumento della presenza femminile in ogni ruolo della filiera.

Per il premio Donne nel Turismo ©Foto Antonio Chiarenza

Source URL: https://www.lagenziadiviaggi.it/donne-nel-turismo-paola-casagrande-premio-cristina-ambrosini/