Decolla Ita, biglietti in vendita dal 26 agosto

Decolla Ita, biglietti in vendita dal 26 agosto
24 Agosto 16:42 2021 Stampa questo articolo

Dopo aver ottenuto licenza d’esercizio e certificato di operatore aereo dall’Enac ora Ita scalda i motori e si prepara alla partenza ufficiale. La newco che prenderà il posto di Alitalia a partire dal prossimo 15 ottobre ha concluso il suo ultimo consiglio di amministrazione annunciando l’apertura della vendita dei biglietti a partire dal 26 agosto, l’apertura delle candidature per lavorare con la compagnia aerea, l’offerta per il ramo Aviation di AZ.

Il sito internet di riferimento sarà www.itaspa.com e la commercializzazione dei biglietti sarà già disponibile sia nelle agenzie di viaggi sia nelle biglietterie aeroportuali. Nella notte tra il 24 e il 25 agosto, quindi, Alitalia rimuoverà dai sistemi di vendita tutti i suoi voli programmati dopo il 14 ottobre, mentre sulle stesse piattaforme (nella notte tra il 25 e il 26 agosto) saranno caricate le rotte della nuova Ita-Italia Trasporto Aereo.

IL RAMO AVIATION DI ALITALIA E I SINDACATI.
Contemporaneamente, il cda ha deliberato di trasformare in vincolante l’offerta già inviata lo scorso 16 agosto ad Alitalia in amministrazione Straordinaria per l’acquisizione del ramo Aviation. L’offerta è stata avanzata per 52 aeromobili, “un numero di slot correlato, oltre ai contratti e agli asset accessori del ramo Aviation per avviare le operazioni al 15 ottobre” e si prevede che l’acquisizione possa completarsi entro il 7 settembre.

Per martedì 25 agosto, infatti, è previsto l’incontro tra i vertici di Ita e i sindacati Cgil, Cisl, Uil,Ugl, Usb, Anpac e Anpav per discutere – secondo quanto riporta Il Corriere della Sera «l’acquisizione da parte di Italia Trasporto Aereo della disponibilità di alcuni cespiti inerenti il settore Aviation di Alitalia in amministrazione straordinaria».

Nel frattempo, Alitalia in amministrazione straordinaria ha annunciato che diffonderà a breve una comunicazione tempestiva e diretta, tramite email, verso i clienti che hanno acquistato voli in partenza dal 15 ottobre in poi. La nota include le istruzioni per la gestione dei biglietti. “Al fine di garantire la piena tutela dei consumatori, verrà data la possibilità’ di sostituire il volo con un altro equivalente gestito dalla compagnia  aerea entro il 14 ottobre; altrimenti sarà possibile ricevere il rimborso integrale del biglietto“, sottolinea lo statement del vettore tricolore.

Resta in ballo la questione della continuità territoriale, con Ita che sottolinea come la newco “confermando l’attenzione per i territori serviti da collegamenti in continuità territoriale, seguirà con interesse le evoluzioni della vicenda ed è disponibile a valutare una partecipazione alle gare pubbliche che le Autorità competenti vorranno bandire per l’assegnazione delle rotte operate con oneri di servizio pubblico”.

Il consiglio d’amministrazione di Ita, infine, ha confermato il piano di sviluppo di Ita che prevede – entro la fine di settembre – l’individuazione di un costruttore (Boeing o Airbus) come fornitore strategico per la nuova flotta da costituire nel corso dei prossimi 5 anni. Ita sta varando, inoltre, il nuovo programma di loyalty “all’avanguardia nella qualità dei servizi offerti al cliente, potenzialmente integrabile con quelli di altri partner industriali” visto che le prescrizioni europee impediscono alla nuova società di poter gareggiare per acquisite il programma MilleMiglia di Alitalia in a.s.

IL PUNTO SUI DIPENDENTI E CUSTOMER SERVICE.
Sempre a partire dal 26 agosto la newco guidata da Fabio Lazzerini avvierà una campagna di raccolta di candidature per le figure professionali da inserire elle aree operative di volo e di terra e in quelle di staff. Le candidature potranno essere inviate online, sul sito web https://cving.com/ita-jobs, e intanto Ita ha annunciato che sarà richiesto a tutti i dipendenti il Green Pass anti Covid.

Sempre secondo quanto riporta Il Corriere, l’organico iniziale di Ita dovrebbe essere composto da 2.800 dipendenti: 1.550 di personale navigante e circa 1.250 di personale di terra. Il piano industriale, poi,  prevede un incremento dell’organico fino a circa 5.750 dipendenti entro il 2025.

La newco ha poi selezionato Covisian come operatore per il customer center, operato sfruttando tecnologie su cloud in collaborazione con partner come Salesforce e Amazon Web Services.

«Nei giorni scorsi, con il rilascio delle certificazioni Enac, abbiamo raggiunto una importante traguardo della storia di Ita – sottolinea l’amministratore delgato e direttore generale, Fabio Lazzerini – Ora ci apprestiamo a conseguire un altro risultato fondamentale: l’avvio della commercializzazione. Questi risultati sono stati possibili grazie alle donne e agli uomini della compagnia che nelle passate settimane hanno svolto un duro lavoro. Ora abbiamo davanti a noi nuovi e complessi obiettivi da realizzare in vista del lancio operativo del 15 ottobre e numerosi progetti da completare per arrivare a creare una compagnia aerea efficiente, sostenibile, digitale, in grado di affrontare con flessibilità le sfide future e in piena discontinuità con il passato».

Per il presidente di Ita, Alfredo Altavilla, «condizione indispensabile e nostra prima priorità è quella di completare nei tempi più brevi possibili la trattativa con Alitalia in amministrazione straordinaria per la vendita del perimetro “Aviation”. Confidiamo in una costruttiva interazione con le organizzazioni sindacali per dotare Ita di un nuovo contratto di lavoro innovativo e in grado di assicurare competitività strutturale all’azienda con i concorrenti».

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore. Specializzato in trasporto aereo, network di agenzie di viaggi, tecnologia, estero, economia e fiere internazionali.

Guarda altri articoli