Debutto in blu per Msc Grandiosa ad Amburgo

Debutto in blu per Msc Grandiosa ad Amburgo
11 novembre 13:35 2019 Stampa questo articolo

Nella notte blu di Amburgo è stata battezzata Msc Grandiosa, la nuova ammiraglia di Msc Crociere. La festa è iniziata con un tratto di navigazione del fiume Elba e culminata nel Blue Port della città tedesca con il taglio del nastro della madrina d’eccezione Sophia Loren che ha fatto infrangere la bottiglia sulla chiglia della nave. Ad accompagnarla nelle celebrazioni Michelle Hunziker, che ha presentato la serata di gala con numerose star internazionali.

A bordo, un pubblico di oltre 5mila persone – tra agenti di viaggi, management del Gruppo, giornalisti, vip, blogger, influencer, partner – ha assistito al varo di quella che oggi è la più grande delle navi della flotta e che a breve arriverà in Italia.

La 17ª unità ha 181mila tonnellate di stazza lorda, è lunga oltre 331 metri, larga 43 metri e alta 65. Terza nave della classe Meraviglia e prima della Meraviglia Plus, ha 2.421 cabine ed è in grado di ospitare 6.334 passeggeri.

Msc Grandiosa AmburgoIl blu – tema della serata declinato per le celebrazioni in uno spettacolo di luci nel porto canale di Amburgo attraverso le installazioni luminose dell’artista Michael Batz – è chiaramente il colore del mare, ma è sempre più simbolo del programma di Msc a tutela dell’oceano.

Della salvaguardia del “pianeta blu” ha molto parlato Pierfrancesco Vago, executive chairman di Msc Cruises, nel corso della conferenza stampa in cui ha ribadito le caratteristiche di Grandiosa, la nave Msc più avanzata dal punto di vista ambientale, equipaggiata con tecnologie d’avanguardia e orientate a ridurre le emissioni e migliorare le prestazioni ambientali complessive sia in mare che a terra. Poche ore prima proprio proprio Vago aveva annunciato che Msc dal 1° gennaio 2020 sarà la prima compagnia crocieristica al mondo “carbon neutral”, a impatto zero di Co2.

Oltre ai record in termini di numeri e di tecnologie per l’ambiente, Msc Grandiosa offre un’esperienza artistica unica nel suo genere, con la prima mostra d’arte sul mare che ospita 26 incisioni della serie Danse Dessin del pittore Edgar Degas.

La nave ha una promenade interna in stile Mediterraneo lunga 93 metri con un soffitto a led in grado di creare scenografie ed è luogo di incontro e di shopping, dove trovano spazio ristoranti tematici e corner di specialità culinarie internazionali.

A livello di intrattenimento, sulla nave si potrà anche assistere ai due nuovi spettacoli del Cirque du Soleil at Sea – Cosmos ed Exentricks – creati in esclusiva per gli ospiti di Msc Crociere. A bordo sono moltissime le attività adatte per ogni esigenza e desiderio, tra cui piscine, palestra, Spa, simulatore di Formula 1, percorsi avventura, cinema 4d, laser game, discoteche, oltre alle ludoteche in collaborazione con Chicco e Lego.

Come su Msc Bellissima, anche su Msc Grandiosa in ogni cabina c’è Zoe, la prima assistente di viaggio virtuale.

La nave è diretta in Italia, dove sarà impegnata per l’intera stagione 2020 in crociere settimanali in partenza dai principali porti. Arriverà a Genova il prossimo 22 novembre per itinerari nel Mediterraneo occidentale toccando Civitavecchia, Palermo, Valletta (Malta), Barcellona (Spagna) e Marsiglia (Francia). Per la stagione estiva 2020, la nave farà tappa a Napoli e Messina, che sostituiranno Civitavecchia e Palermo.

A bordo di Msc Grandiosa il country manager Msc Leonardo Massa ha annunciato altri nuovi primati in termini di ospiti. «Chiuderemo il 2019 con 2,8 milioni di passeggeri, rispetto ai 2,4 milioni del 2018 – ha dichiarato – E soprattutto prevediamo di superare i 3 milioni nel 2020». Massa guarda lontano, viste le nuove unità che saranno varate: «Con l’arrivo di altre 12 navi da qui al 2027, supereremo i 5 milioni e mezzo di ospiti – ha aggiunto – E pensare che nel 2003 ne avevamo 127mila».

Le celebrazioni di Msc Grandiosa sono state occasione per ricordare l’altro importante appuntamento di questi giorni: l’apertura a metà mese dell’isola privata ai Caraibi Ocean Cay Msc Marine Reserve, un’area industriale trasformata in un paradiso. «Abbiamo noleggiato per 99 anni dal governo delle Bahamas l’isola da cui fino a 3 anni fa veniva estratta la sabbia per le costruzioni e l’abbiamo bonificata, piantando 2.300 alberi e lavorando per ricostruire l’habitat dei coralli e tutelare le specie marine», ha detto Massa.

L’isola, che sarà tappa delle crociere di quattro navi Msc ai Caraibi, sarà raggiunta nei prossimi giorni anche da alcuni agenti di viaggi italiani che racconteranno l’esperienza il 22 novembre durante All Stars of the Sea a Genova, e proprio a bordo di Grandiosa al suo esordio italiano.

L'Autore

Claudia Ceci
Claudia Ceci

Guarda altri articoli