Dalle montagne colorate ai panda, più esperienze nella Cina di Mistral Tour

Dalle montagne colorate ai panda, più esperienze nella Cina di Mistral Tour
16 luglio 14:37 2019 Stampa questo articolo

Mistral Tour, che annovera tra i suoi prodotti di punta la Cina, ha deciso di innovare la propria programmazione per l’anno prossimo, inserendo in ciascun itinerario classico una delle mete/esperienze che nell’ultimo biennio sono balzate sotto i riflettori grazie all’engagement visivo diffuso attraverso i social network.

Tra le novità in programma, a livello naturalistico è stato inserito il parco Zhangjiajie dove sono avvenute numerose riprese del film Avatar; le montagne colorate del geoparco Zhangye Daxia e i panda nelle riserve di Sichuan. Mentre per quanto riguarda gli itinerari legati alle tradizioni troviamo Luoyang, dove nacquero le antiche arti marziali e il kung fu, Píngyáo, la città delle Lanterne Rosse che ha conservato intatto fino ai giorni nostri il centro storico di epoca Ming e Quing, e Fenghuang, città antica dove scorre un fiume con pagode illuminate.

Queste attrazioni saranno previste anche all’interno dei tour Classici e Mistral, grazie alla propria rappresentanza a Pechino (primo operatore italiano ad aprire un proprio ufficio a Pechino nel 2001), è in grado di fornire un plus molto importante: il supporto di proprie guide parlanti italiano, garantendo così una qualità in termini di assistenza e supporto culturale lontana dalle consuetudini locali. Sono inoltre in preparazione due mete completamente nuove sul mercato italiano: la Manciuria e la provincia del Guizhou.

«Nel 2017 abbiamo registrato un aumento del 30% rispetto ai passeggeri del 2016 e così è stato anche per il 2018. Nel 2019 la crescita sta continuando, sempre a doppia cifra. Ci aspettiamo per il 2020 un grande balzo e ci muoviamo da tempo per agevolarlo. Nell’ultimo biennio c’è stato il ritorno in Cina del pubblico internazionale, compreso quello italiano. L’aspetto che ci ha colpiti è che un volano è stato il canale Instagram: aver veicolato immagini molto attraenti è stato più efficace di varie campagne centrate sulla cultura» ha commentato Michele Serra, presidente Mistral Tour e Quality Group.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore