Dalla Groenlandia all’India: tutte le novità Msc per il 2019/20

Dalla Groenlandia all’India: tutte le novità Msc per il 2019/20
21 Marzo 11:47 2018 Stampa questo articolo

La tecnologia come leva sempre più importante per  il business delle crociere, soprattutto per Msc che amplia le sue destinazioni globali. In attesa del debutto di quella che promette di essere la nave più hi-tech al mondo – 2 giugno a Civitavecchia, dove sarà battezzata Msc Seaview, impegnata per tutta l’estate nel Mediterraneo occidentale prima di spostarsi in Brasile – la compagnia guidata da Leonardo Massa, infatti, ha lanciato già la stagione 2019-2020.

«Mi piacerebbe che anche i vettori aerei facessero come noi», il suo auspicio durante la conferenza stampa milanese, per un catalogo di 300 pagine e più di 220 itinerari, in cui spicca l’entrata in servizio di Msc Grandiosa (le vendite sono già aperte), in servizio durante la stagione invernale nel Mediterraneo.

Sempre nel Mare Nostrum, Msc Sinfonia offrirà crociere più lunghe – di 11, 12 e 14 notti – ma la vera novità della prossima stagione sarà il ritorno in Israele (con escursioni a Gerusalemme), a cui si affiancherà in estate la Groenlandia e nell’inverno New York.

«Per la prima volta poi saremo a Miami con due unità, da dove Msc Armonia offrirà agli ospiti un overnight nella capitale cubana». E sempre a proposito di Caraibi, nell’inverno 2019 aprirà l’Ocean Cay Msc Marine Reserve, un’isola privata dedicata esclusivamente agli ospiti di Msc crociere.

Le altre news riguardano il debutto, già quest’anno, di Msc Meraviglia in Nord Europa, che andrà ad aggiungersi a Msc Preziosa, Magnifica e Orchestra, mentre verranno introdotti nuovi itinerari negli Emirati Arabi Uniti grazie all’arrivo di una seconda nave, Msc Lirica.

Il suo debutto è previsto negli Emirati Arabi Uniti a novembre, offrendo itinerari più lunghi, due overnight a Dubai e, per la prima volta, crociere in India, con partenza da Dubai, verso Mumbai, Goa e Mangalore. «C’è ancora molto da fare per fare venire in crociere chi ancora non c’è venuto, considerando che solo il 2% dei viaggiatori salgono a bordo di una nave».

E per farlo, ovviamente tramite il canale delle agenzie che da solo rappresenta il 98% delle vendite di Msc, lo strumento dei prossimi anni sarà ancora una volta la tecnologia. «Attraverso i configuratori immersivi (per averli basta richiederli, ndr) e i video-preventivi personalizzati, che permetteranno agli agenti di inviare via email ai loro clienti un video riassuntivo della crociera che hanno opzionato in negozio, vogliamo entrare in contatto con il consumatore in tutti i touch point possibili, agenzie di viaggio in primo luogo».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli