Dalla California a Orlando: l’avanzata del travel negli Usa

19 giugno 07:00 2019 Stampa questo articolo

Durante l’Ipw 2019 ogi Stato e destinaizone degli Usa ha mesos in mostra le sue caratteristiche e i prossimi investimenti nel settore turistico. Visit California, per esempio, ha ideato e gestito in collaborazione con una quindicina di partner locali la California Plaza, un’area situata appena al di fuori dell’Anaheim Convention Center. Concepita come un “road trip nel Golden State”, ha costituito uno spazio di ritrovo per i delegati, con una selezione di cibi e bevande, lezioni di fitness, yoga e spinning, intrattenimenti ed eventi vari. E musica, tanta musica, in particolare in occasione degli “After Parties” serali.

Caroline Beteta, presidente e ceo di Visit California, ha spiegato che la Plaza voleva essere un’esperienza immersiva nello Stato mostrato nel suo insieme. Il 2018 è stato il nono anno consecutivo di crescita del turismo in California, con 140,6 miliardi di dollari di spese di viaggio e 11,8 miliardi di gettito fiscale.

E si prevede che questa crescita continuerà, in parte grazie anche a nuove iniziative come il programma “California Road Trip Republic”, che incoraggia e promuove i viaggi lungo le strade dello Stato. Alcune famossime, altre meno, per questo è stato appena pubblicato il catalogo “California Road Trips: 50 Life-Changing Adventures”.

A Las Vegas il prossimo “Pow Wow”
Las Vegas si prepara a ospitare il prossimo International Pow Wow, in programma dal 30 maggio al 3 giugno 2020, nel nuovissimo Caesars Forum Conference Center, uno spazio flessibile di oltre 51 mila mq che vanta i due saloni da ballo privi di colonne più grandi del mondo.
Il Conference Center consente tra l’altro l’accesso diretto ad alcuni alberghi – l’Harrah’s Las Vegas, The Linq Hotel + Experience e il Flamingo Las Vegas – per un totale di 8.500 camere. Come ha sottolineato Steve Hill, president e ceo del Las Vegas Convention and Visitors Authority (Lvcva), la città sta investendo miliardi di dollari in nuovi resort, ristoranti, attrazioni, negozi, intrattenimenti, così che i visitatori, anche quelli che ci sono già stati, troveranno comunque qualcosa di nuovo. Inoltre, si stanno esplorando diverse possibilità per espandere la rete di collegamenti aerei internazionali. Attualmente Las Vegas è servita da 229 voli no stop a settimana da e per 26 città in 10 Paesi.

Orlando, la più visitata degli Usa
Con 75 milioni di visitatori accolti nel 2018, Orlando è stata di nuovo il luogo più visitato degli Stati Uniti, mentre l’Orlando International Airport (OIA) si è confermato il più trafficato della Florida, con 47,7 milioni di passeggeri, di cui 6,6 internazionali. Lo ha dichiarato il presidente e ceo di Visit Orlando, George Aguel, che ha anche ricordato che la città ospiterà l’International Pow Wow nel 2022. Per chi fosse curioso: nel 2021 toccherà nuovamente a Chicago, mentre nel 2023 sarà la volta di San Antonio, in Texas.

Musica e drink per New Orleans
Grande successo all’Ipw di Anaheim per l’iniziativa organizzata da New Orleans & Company. L’Ente di promozione turistica della città della musica ha optato, al posto della conferenza stampa classica, per un concerto in pieno stile Big Easy, cocktail e assaggi di specialità della  Louisiana.

Virginia, nella terra di Dirty Dancing
“Virginia is for Lovers”: Rita McClenny, presidente e ceo di Virginia Tourism Corporation, ha celebrato i 50 anni di questo slogan fortunato. «In Virginia c’è qualcosa per ognuno. Qualsiasi cosa uno cerchi in una vacanza, da noi la trova», ha detto McClenny. Che ha  ricordato anche come i paesaggi della Virginia siano set di tanti film, dal sempre amato “Dirty Dancing”, alla terza serie di “Walking Dead”, in produzione quest’estate.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Cristina Melis
Cristina Melis

Guarda altri articoli