Cyber attack, arriva la polizza di Borghini e Cossa

Cyber attack, arriva la polizza di Borghini e Cossa
18 Ottobre 11:22 2019 Stampa questo articolo

Proteggere i player del turismo organizzato dai rischi in materia di attacchi informatici. È l’obiettivo del Cyber Risk, l’ultimo prodotto ideato da Borghini e Cossa per far fronte al crescente grado di complessità del lavoro dei diversi attori del travel, studiato con un occhio particolare per gli operatori medi e piccoli.

«Ci rivolgiamo a realtà con fatturati inferiori ai 3 milioni di euro, con una soluzione molto semplice dal punto di vista della sottoscrizione (i parametri richiesti sono i medesimi di quelli necessari per la sottoscrizione della Rc professionale)», spiega Michele Cossa, amministratore delegato di Borghini e Cossa.

Il target, come detto, sono agenzie di viaggi e tour operator che vogliono prevenire la cosiddetta emergenza Cyber, un pericolo che, solo nel 2018, ha portato ad un aumento delle denunce alla Polizia Postale del 318% rispetto all’anno precedente, con importi dei reati cresciuti del 170% a oltre 42 milioni.

«Abbiamo lavorato con il mercato assicurativo specializzato a una copertura tailorizzata da offrire sia alle realtà più grandi, personalizzandola sulle specifiche esigenze di ciascuno, sia ai piccoli operatori a un pricing accessibile per un prodotto comunque di ottimo livello», conclude Cossa.

A completare le facilities offerte dalla polizza, c’è anche la possibilità per i sottoscrittori di ottemperare agli obblighi previsti dal Gdpr, oltre che la presenza di un servizio di assistenza con operatori specializzati che rispondono in italiano.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli