Crociere per vaccinati:
la ripartenza sicura di Ncl

Crociere per vaccinati: <br>la ripartenza sicura di Ncl
15 Aprile 10:54 2021 Stampa questo articolo

Niente Italia per ora. Mediterraneo con le isole greche e uno scalo ogni giorno a bordo di Norwegian Jade dal 25 luglio; crociere ai Caraibi occidentali su Norwegian Jem in partenza da Punta Cana (Repubblica Dominicana) oggi non ancora possibili per il mercato europeo e italiano, ma con la speranza che lo siano da settembre; itinerari ai Caraibi orientali da Montego Bay (Giamaica) con Norwegian Joy, destinate al mercato nordamericano. Tutte le navi avranno capienza massima al 50%.

Riparte così Ncl, dopo oltre un anno di stop, con crociere esclusivamente per ospiti vaccinati. «La buona notizia è che torniamo a navigare – spiega Francesco Paradisi, senior business development manager Italia Francia Malta Cipro e Nordafrica di Ncl –Abbiamo lavorato tanto per garantire la miglior vacanza sul mare. E intanto è pronto il nostro terminal di Miami, in attesa dei primi passeggeri che potranno imbarcarsi, speriamo presto. Aspettiamo solo l’ok del Cdc per la ripartenza dagli Stati Uniti».

Nel webinar per gli agenti di viaggi, Paradisi illustra i protocolli di sicurezza della compagnia, con il programma Sail Safe. Punto fermo è l’accesso alle navi solo per passeggeri vaccinati. Ed è una regola che vale per tutti, adulti e ragazzi.

«Visto che oggi il programma vaccinale si ferma a 18 anni, con qualche sperimentazione per i ragazzi di 16, le nostre crociere almeno fino al 31 ottobre riguarderanno solo un pubblico adulto e non le famiglie con bambini – chiarisce – Inoltre è richiesta la vaccinazione completa, con doppia dose effettuata almeno due settimane prima della partenza».

Saranno accettati i vaccini autorizzati dall’Oms, dalla Food and Drug Administation o dall’agenzia europea dei medicinali Ema. Oltre alla vaccinazione obbligatoria, il programma Sail Safe – basato su sicurezza degli ospiti e dell’equipaggio, sicurezza a bordo delle navi, sicurezza sulla terraferma – prevede test con tampone pre imbarco, check in socialmente responsabile, protezioni per il viso, capienza ospiti controllata, servizio di ristorazione senza contatto in tutta la nave, igienizzazione costante delle mani. Sono previste pulizie e misure di sanificazione continue su tutta la nave, i filtri d’aria medicali sono stati aggiornati con le tecnologie Merv 13 o Hepa, è stato rafforzato tutto il team medico, a bordo c’è la nuova figura del responsabile della salute pubblica.

Per quanto riguarda destinazioni, itinerari ed escursioni a terra, Paradisi spiega che «almeno per luglio e agosto vige la bolla di sicurezza: escursioni organizzate esclusivamente da Ncl, con itinerari strategici e partner in terraferma, che si tradurranno in pacchetti di escursione da acquistare con tariffe particolarmente convenienti».

Quasi tutti i locali e le attività a bordo, inclusi intrattenimento, spa e casinò, saranno ancora disponibili, con alcune modifiche o cambiamenti temporanei alle attività. Non ci saranno ovviamente le attività di intrattenimento per i più piccoli. E il buffet è stato trasformato per garantire la massima sicurezza.

Gli agenti potranno accedere al nuovo sistema Norwegian Central per gestire le prenotazioni, che comprende la gestione Fly&Cruise. Resta attiva fino al 30 aprile l’opzione Free at Sea, che prevede uno sconto del 30% su tutte le crociere e 200 dollari di credito di bordo o di sconto sul pacchetto volo+crociera.

Chi ha una prenotazione attiva a partire dal 5 aprile 2021 per una crociera con obbligo di vaccinazione, e non è in grado di rispettarlo, potrà ottenere un Future Cruise Credit per una crociera futura o chiedere un rimborso in contanti del pagamento effettuato.

Dal 16 aprile Ncl lancia la docuserie Embark – The Series, che racconta proprio il ritorno in servizio del brand di crociere.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Claudia Ceci
Claudia Ceci

Guarda altri articoli