Croazia Summer Party, alla scoperta della costa adriatica

03 luglio 16:34 2019 Stampa questo articolo

«Nei primi cinque mesi del 2019 i turisti italiani hanno scelto la Croazia, registrando 160.768 arrivi (+1%) e 392.318 pernottamenti (+2,7%); la cosa ci riempie di gioia e ci fa immaginare un trend positivo per la stagione estiva. Gli italiani posso perdersi e innamorarsi sulle nostre coste e attorno alle 1.244 isole circondate da uno dei mari più puliti e cristallini al mondo, a cui si aggiungono parchi nazionali, splendidi siti Unesco e città d’arte. Senza tralasciare la ricca offerta enogastronomica, con oltre 130 varietà autoctone di vino». Così, ha esordito Viviana Vukelić, direttrice dell’Ente Nazionale Croato per il Turismo, all’evento per celebrare l’amicizia tra i due paesi separati dal Mar Adriatico, sulla terrazza del Ceresio 7 di Milano.

L’incontro è stato anche un’occasione per ricordare i tesori nascosti della Croazia, meta a due passi dall’Italia. «Non tutti sanno – ha aggiunto Adriana Bajić, responsabile pr dell’Ente Nazionale Croato per il Turismo – che Pasjača, a pochi chilometri da Dubrovnik, è stata proclamata dal sito European Best Destinations la miglior spiaggia d’Europa 2019 o che da noi si può soggiornare in uno dei tanti fari e nelle case Robinson, le famose case isolate situate nelle baie più remote, per fuggire dalla quotidianità e scegliere una vacanza tranquilla».

Ma l’offerta è ampia anche per gli amanti della movida. Infatti, mete come Split e Dubrovnik, rese famose anche dalla fortunata serie de Il Trono di spade, sono sempre più scelte per il city break. Proprio a Split è stato aperto da poco il museo dedicato alla serie, che attira visitatori da tutto il mondo. Inoltre, un fitto programma estivo offre diverse possibilità per gli appassionati di musica: dall’elettronica al reggae. Esempio è l’Outlook Festival (dal 4 all’8 settembre), evento europeo dedicato alla musica bass e alla cultura soundsystem che inizia con lo spettacolare concerto nell’Arena di Pula e continua nella fortezza Punta Christo, a Štinjan. Sul palco più di 300 performers del dub, reggae, hip-hop, drum ‘n’ bass, garage e house, e set musicali anche su una quarantina di navi con eccellenti sound systems.

«Da appassionata di vela – ha continuato la Direttrice Viviana Vukelić – voglio ricordare che la Croazia è un vero paradiso per i diportisti italiani. Tra le novità c’è la Aci Marina Rovinj, con design d’alto livello e soluzioni tecnologiche all’avanguardia, in grado di fornire servizi di qualità nel turismo nautico, il primo del sistema Aci con la massima categoria cinque ancore. E non dimentichiamo che nel 2020 la città di Rijeka sarà la Capitale europea della Cultura con eventi artistici e culturali, rassegne cinematografiche, concerti, festival e diversi appuntamenti grazie ai quali il capoluogo del Quarnaro diventerà il cuore dell’Europa».

L'Autore

Valentina Castellano Chiodo
Valentina Castellano Chiodo

Guarda altri articoli