Chi cresce di più con Expedia? Villasimius in testa

Chi cresce di più con Expedia? Villasimius in testa
07 Settembre 07:00 2017 Stampa questo articolo

Risultati positivi quelli registrati in Italia dagli hotel partner di Expedia nel secondo trimestre del 2017. In questo periodo, infatti, si evidenzia una forte crescita delle destinazioni italiane. Roma, Milano, Firenze e Venezia rimangono saldamente le mete preferite, con un incremento della domanda rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente del +10% per la Capitale, di circa il 25% per il maggior capoluogo del Nord Italia, di circa un quinto per Firenze e del +15% per Venezia.

Il buon andamento nel secondo trimestre del 2017 si evidenzia inoltre nei risultati ottenuti dalla crescita della domanda di pacchetti volo+hotel, specialmente in direzione delle città d’arte come Roma, Venezia, Milano e Firenze. Ma un’ottima performance si verifica anche nelle “top destination” tipicamente estive, nonostante il periodo di bassa stagione: le prenotazioni 2017 a confronto con quelle dello stesso periodo del 2016 sfiorano il +40% per la Costa Smeralda, quelle del Lago di Garda il +45% e il +60% per Rimini.

Come ha dichiarato Giovanni Moretto, director market management Italy north of Expedia lodging partner services: «Expedia lavora a stretto contatto con i suoi partner, e si impegna costantemente per  esplorare ogni opportunità che permetta di ottimizzare ulteriormente questa collaborazione. Questi risultati rappresentano una reale dimostrazione dei vantaggi offerti agli hotel partner dalla compagnia, aiutandoli a promuovere al meglio la propria struttura e a incrementare la domanda internazionale tramite la migliore tecnologia e contenuti di valore. Ad esempio, abbiamo recentemente migliorato l’Expedia Partner Central (Epc) aggiungendo i Punti di Interesse, un nuovo strumento che consente agli hotel di creare un elenco personalizzato dei luoghi di riferimento culturali, delle attività e delle esperienze locali nei loro quartieri, per aumentare il proprio appeal nei confronti di un target di viaggio ora selezionato anche demograficamente».

I mercati che hanno registrato la maggiore crescita sono stati Villasimius (+80%), l’area montana piemontese (+70%), la Puglia e la Sicilia (Taranto +60%, Messina +60%), la Gallura +50%, la provincia di Pistoia +60%, e la Basilicata +55%. La domanda relativa ai pacchetti è cresciuta sia nelle città sia nei borghi di provincia. I viaggiatori del Regno Unito sono i principali acquirenti per i pacchetti, seguiti da quelli di Usa, Germania, Francia e Italia, ma nei mercati emergenti del turismo incoming verso l’Italia lo sviluppo della domanda è guidato per oltre il +700% dalla Finlandia, più del +500% dalla Svizzera e sopra il +200% dall’Irlanda. Infine la domanda via mobile è aumentata di circa il +100% per i viaggiatori italiani, oltre il +40% per i viaggiatori statunitensi e per oltre un quarto per quelli del Regno Unito.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore