Cosa cercano in Italia i big spender americani

Cosa cercano in Italia i big spender americani
03 aprile 16:00 2017 Stampa questo articolo

Ha iniziato come blogger enogastronomica, e ha finito per avere l’illuminazione: tutti gli americani vogliono visitare la California, quindi perché non vendere al turista Usa un posto simile ma fuori dal Paese? Quel posto per l’italo-americana Elizabeth Condelli è la Puglia. Che dal 2009 a oggi l’ha aiutata a diventare una delle più richieste travel designer della California.

I clienti sono businessmen, gente di Hollywood, in una parola pubblico luxury che può spendere anche 1.000 dollari a persona al giorno. La strategia di Condelli e della sua società, Escape Artists, è semplice: promuovere la Puglia come se fosse la California. Geograficamente hanno una forma simile, con tre aree – nord, centro e sud – molto diverse tra loro. La regione è per lo più pianeggiante e non piove quasi mai. È perfetta per i clienti agée che riescono a muoversi bene su un territorio pianeggiante e apprezzano i ritmi rilassati delle cittadine, e per i giovani che qui trovano ogni tipo di sport: acquatici, trekking, hiking.

Ma il segreto del successo non è solo la regione, il cliente di livello che viene dalla California vuole essere accudito e seguito passo passo da una persona madrelingua inglese. Come spiega Condelli a L’Agenzia di Viaggi: «Noi non siamo un t.o., né una dmc, ma una società di concierge che supporta il cliente costantemente: la mattina li chiamiamo per dire loro dove andranno e cosa faranno, chi li verrà a prendere e se intendono passare una serata in libertà o preferiscono andare a un evento. Vogliono essere sempre connessi con una persona americana. Hanno estremo bisogno di sentirsi sicuri e al sicuro e che nulla possa sconvolgere la loro routine».

Il cliente di Escape Artists tendenzialmente conduce una vita lavorativa stressante e non ha dunque nessuna voglia, né di organizzare da solo una vacanza, né di spostarsi in continuazione per un Paese di cui non conosce nulla: lingua, cultura, moneta, strade. Ed è qui il punto di forza dal modello di business sviluppato da Condelli. «Noi vendiamo il viaggio perfetto per queste persone, di solito coppie mature con figli adulti al seguito, o coppie senza figli – racconta la travel designer – Gli uomini non dovranno spendere ore su internet a capire dove andare e cosa fare, né a portare bagagli ovunque. Organizziamo tutto noi, mentre loro si rilassano. Ci sono anche coppie che prenotano una vacanza da passare in parte separati e in parte insieme, così ognuno può dedicarsi ai propri passatempi senza limitazioni».

La vacanza ideale in Italia è di 16 giorni, raramente in piena estate, con due alberghi al massimo e uno chauffeur con auto per gli spostamenti. C’è anche chi vuole incontrare il suo autista appena sceso dall’aereo. Ma quello che cercano è uguale per tutti: fare esperienze uniche nelle botteghe degli artigiani, godersi il cibo e imparare il più possibile della storia dei luoghi. Felice intuizione della Escape Artists è anche la dinamica del viaggio: «All’arrivo in Italia consiglio sempre di stare 4-5 giorni in un posto tranquillo per riprendersi dal jet lag, e cominciare a capire come muoversi e relazionarsi in un Paese completamente diverso. In questo senso la Puglia è perfetta. Solo dopo li portiamo nelle grandi città che hanno scelto, con le batterie ricaricate e la mente aperta ad ammirare quello che riusciranno a visitare dopo aver fatto tanti chilometri».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Valentina Neri
Valentina Neri

Giornalista

Guarda altri articoli