Conte sul modello crociere: «Rispettati protocolli rigidissimi»

Conte sul modello crociere: «Rispettati protocolli rigidissimi»
08 Settembre 08:55 2020 Stampa questo articolo

È ripartita anche Costa Crociere dall’Italia. Dopo l’avvio di Msc Crociere con l’ammiraglia Msc Grandiosa il 16 agosto da Genova, domenica 6 settembre da Trieste è salpata Costa Deliziosa. Entrambe le compagnie hanno attuato protocolli molto rigidi a bordo e l’obbligo per tutti i passeggeri del tampone antigene pre imbarco.

E a Trieste domenica c’era anche il presidente del consiglio Giuseppe Conte, intervenuto alla cerimonia di chiusura di Esof 2020 (EuroScience Open Forum).

A margine del forum, il premier ha incontrato il ministro Patuanelli e il presidente dell’Autorità portuale di Trieste Zeno D’Agostino, per discutere il futuro della crocieristica dello scalo friulano e – su proposta proprio di D’Agostino – anche il ceo di Costa Michael Thamm e il rappresentante di Costa in Trieste Terminal Passeggeri Beniamino Costa.

Dopo l’incontro con Thamm, Conte ha commentato: «Li ho salutati perché oggi è partita la loro prima nave da crociera. Abbiamo parlato prima del modello italiano: abbiamo confezionato insieme ai ministri competenti, insieme ai tecnici del Cts e ovviamente assieme agli operatori del settore, un protocollo di sicurezza che consente anche in un contesto ancora abbastanza complicato di far ripartire questo settore di attività crocieristico, che è in grandissima sofferenza. Da Trieste diamo un segnale importante a questo settore. Si può ripartire con protocolli rigidissimi in modo da restituire fiducia anche a questo settore turistico».

L'Autore

Claudia Ceci
Claudia Ceci

Guarda altri articoli