Commercio e turismo, arriva la decontribuzione Inps

Commercio e turismo, arriva la decontribuzione Inps
12 Gennaio 12:50 2022 Stampa questo articolo

Arriva la decontribuzione Inps per i datori di lavoro dei settori turismo, stabilimenti termali, commercio, creativo, cultura e spettacolo.

L’Istituto nazionale previdenza sociale, infatti, ha elaborato le domande, presentate tra l’11 novembre e il 16 dicembre, e ha comunicato l’importo di sgravio spettante che può essere recuperato sulle denunce UniEmens dei mesi da dicembre 2021 fino a maggio 2022. Eventuali richieste di riesame possono essere presentate entro il 9 febbraio.

Nel dettaglio l’esonero spetta ai datori di lavoro privati, imprenditori e no, dei predetti settori, individuati dai codici Ateco allegati alla circolare n° 140/2021, come integrati successivamente con circolare n° 169/2021  che hanno fruito della Cig tra gennaio e marzo 2021.

La fruizione è prevista sulle stesse posizioni aziendali (matricole Inps) per le quali nel primo trimestre 2021 sono state fruite, anche parzialmente, integrazioni salariali. In un’apposita comunicazione l’Inps fa sapere che l’importo dell’esonero è pari ai contributi a carico del datore di lavoro non versati per le ore di fruizione della Cig nei predetti mesi, moltiplicato due (cioè il doppio).

Tale importo rappresenta il tetto massimo: l’esonero effettivo è dato dai contributi dovuti nei mesi in cui se ne fruisce in relazione a tutti i lavoratori dipendenti della stessa matricola Inps (non solo quelli che, tra gennaio e marzo, sono stati in Cig).

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore